Home Mtb News Niardo riporta ai vertici Bettelli

Niardo riporta ai vertici Bettelli

0

Niardo riporta ai vertici Bettelli

Dopo il secondo posto nell’edizione 2011 anche Pierluigi Bettelli (Scott Racing Team) scrive il suo nome nell’albo d’oro del Gir De Gnard che ha spento le undici candeline celebrando il nuovo tracciato XC appositamente ridisegnato per l’occasione. 184 gli atleti al via per un parterre impreziosito dalle maglie tricolori di Serena Calvetti (Torpado Surfing Shop), Luca Botticini (Bi&EsseInfotre), dalla maglia europea di Carlo Manfredi Zaglio (Team Bike Gussago) ma anche dai colori della nazionale cilena con il giovane Junior Franco Adaos Alvarez.
Proprio il giovane sudamericano è stato la star indiscussa di giornata. Con il Gir de Gnard Alvarez non solo esordisce nella sua prima gara in Italia, bensì nella prima in Europa, in attesa di partecipare tra meno di una settimana ai Mondiali XC in programma a Saalfelden, in Austria. Dopo il tradizionale giro di lancio, che dal fondo del paese si snoda su di una ripida salita asfaltata sino alla zona di arrivo, a guidare il gruppo è già il portacolori dello Scott Racing Team, Pierluigi Bettelli, marcato stretto dai padroni di casa Enzo Gnani (Gnani Bike Team) ed Andrea Tosi (Sellero Novelle), Giairo Ermeti (Androni Giocattoli) ed il cileno Franco Alvarez. Poco dietro un gruppetto con tutti i migliori tra i quali Carlo Manfredi Zaglio, Nicola Bazzani (Mata Team), Isaia Alghisi (Novagli), Luca Botticini ed Alessio Bongioni (Giangi’s Bike).
L’anello di gara, 7.200 metri da ripetere più volte a seconda della categoria di appartenenza, presenta subito pendenze proibitive e fondo sconnesso che richiedono potenza e lucidità di guida. Proprio qui Bettelli inizia il suo forcing facendo una prima selezione nel gruppetto di testa. Gli resiste solo Ermeti che transita con lui in località Disì, l’incantevole anfiteatro naturale attraversato due volte ad ogni tornata grazie ad un ponte artificiale che permetteva uno spettacolare incrocio del tracciato. Tra le donne Serena Calvetti sembra già in clima iridato, guida la categoria femminile con disinvoltura, aggirandosi attorno alla 30esima posizione assoluta nel gruppo, precedendo Alessia Bulleri (Scott R.T.) e la trentina Lorena Zocca (Arcobaleno Carraro).
Iniziando la seconda tornata si nota come le tecniche discese che contraddistinguono il Gir De Gnard siano state in grado di completare la selezione già anticipata in salita. Bettelli sfodera tutta la sua classe, supera addirittura una delle due moto apripista che ne ha sottovalutato le doti di guida, e così Ermeti lascia la presa. Andrea Tosi alza bandiera bianca e si ritira, giornata no per lui, anche Gnani rallenta e cede il passo ad un sorprendente Alvarez che tallonato da Zaglio si lancia alla caccia di Ermeti. Poi seguono Rizza, Vecchia, Bazzani e Botticini nell’ordine.
Si completano le gare riservate alle categorie giovanili con Alessandro Astrelli (Manuel Bike) e Giada Carminati (Scuola San Paolo d’Argon) che vincono tra gli Esordienti, mentre Silvia Ferazzini (Scuola San Paolo d’Argon) tra le Allieve, davanti a Martina Zafferini (Mata Team) e Erika Bianchi (Manuel Bike). Dopo due giri è il momento dell’arrivo degli Allievi con la vittoria di Daniel Tassetti (Team Todesco) davanti a Nicola Crescini (Manuel Bike) e Kevin Leidi (Scuola San Paolo d’Argon). Serena Calvetti (Torpado Surfing Shop) giunge a braccia alzate sotto lo striscione d’arrivo precedendo Alessia Bulleri (Scott R.T.) e Lorena Zocca (Carraro), prima tra le donne amatori. Serena Tasca (FM Bike Factory) vince tra le Junior davanti a Jenny Fontana (Melavì Tirano) e Giulia Zambelli (Manuel Bike).
Nel corso dell’ultima tornata la gara delle categorie maggiori riserva ancora molti colpi di scena. Bettelli prosegue indisturbato la sua corsa verso la vittoria ma alle sue spalle è proprio Ermeti a dover fare i conti con la tenacia del cileno Alvarez che recupera e supera l’èlite bergamasco ora nel mirino anche di Zaglio. Nelle posizioni di rincalzo Rizza tiene botta in quinta posizione precedendo il compagno di squadra Simone Vecchia. Cedono qualcosa Gnani, Bazzani e Oliva che vengono recuperati da un brillante Alghisi.
Al traguardo, dopo 1h13′ 40″ di gara Pierluigi Bettelli taglia a mani alzate il traguardo dell’11º Gir de Gnard precedendo di 3’41” il giovane di Santiago del Chile, Franco Adaos Alvarez, primo tra gli Junior. Sul terzo gradino del podio sale il campione europeo master 3 Carlo Manfredi Zaglio che riesce a sopravanzare proprio in discesa Giairo Ermeti, quarto. Quinto si conferma Federico Rizza, sesto Simone Vecchia, poi Isaia Alghisi, Enzo Gnani, Nicola Bazzani e Vittorio Oliva nell’ordine.

Comunicato stampa