Pubblicità

Noene, una soletta contro il mal di schiena

0

Noene, una soletta contro il mal di schiena

Manfredi Salemme, appassionato di trekking, nella sua ultima esperienza in Nepal ha potuto testare la nuova soletta NO2 di Noene® rivestita di tessuto Nexus. Ecco quali sono state le sue impressioni.

Puoi dirci che tipo di solette Noene hai provato?

Mentre alcuni dei miei compagni di viaggio avevano la soletta SP01, quella spessa 1mm da mettere sotto la soletta dello scarpone, io invece ne avevo una in quel momento sperimentale (il viaggio è avvenuto tra ottobre e novembre 2010, ndr), una NO2 con del tessuto Nexus sopra.

Che cosa hai fatto per testare al meglio il prodotto?

Da quando sono in pensione ho al mio attivo diverse esperienze di trekking estenuanti, lunghe e difficoltose. In ognuna di queste l’abitudine e la mia esperienza mi portavano tutte le sere ad utilizzare quella poca acqua che mi era rimasta per idratarmi per bene i piedi, perché ritengo che i miei piedi siano la parte più importante quando cammino. Tutte le sere mi lavavo i piedi e poi li cospargevo con una crema idratante, poi mi mettevo dei calzini di lana che dopo mettevo in un sacchetto senza lavarli per lasciarli impregnati della crema. Per testare al 100% i prodotti che avevo avuto da Noene® ho deciso di non adottare questi accorgimenti nel mio ultimo viaggio in Nepal, per cui non mi sono idratato i piedi e non ho fatto nulla di tutto ciò che ero abituato a fare drasticamente tutte le sere.

Qual è stato il primo effetto positivo che hai potuto constatare?

Nessuno di noi ha avuto dolori alla schiena, problema che in passato avevo avuto anche a causa dello zaino pesante che mi sono sempre portato sulle spalle. Di solito la sera avevo mal di schiena e in occasione di un viaggio in Sicilia ricordo addirittura di essermi fermato in un posto per farmi massaggiare. Questa volta non ho avuto dolori alla schiena e non ho avuto alcun problema ai piedi che sono rimasti sempre freschi.

 

Qual è stato l’effetto positivo che più ti ha sorpreso?

Anche se di solito non soffro di vertigini, in passato, durante alcuni dei miei viaggi, qualche ansia l’avevo avuta mentre in Nepal, dove sono passato in posti decisamente proibitivi non ho avuto alcuna preoccupazione per la mancanza di equilibrio che in effetti non c’è stata. Devo dire che durante questo viaggio quando sono passato sui ponti tibetani e ho affrontato passaggi abbastanza difficili sorprendentemente non ho provato alcuna preoccupazione. Solo successivamente mi è stato detto che uno degli effetti del materiale Nexus è quello di dare equilibrio. Effettivamente l’ho verificato di persona.