Pubblicità
Home Mtb News Novità regolamentari per il Trek Zerowind
Pubblicità

Novità regolamentari per il Trek Zerowind

0

Novità regolamentari per il Trek Zerowind

Trek ZeroWind Off Road Challenge 2013 significa grandi novità. In particolare saranno i più accaniti ed appassionati amatori e le loro squadre ad essere valorizzati attraverso le due nuove “super” classifiche: Super Biker e Super Team. Vediamo di comprendere da vicino di che si tratta. Riceveranno il brevetto di SuperBiker tutti i leggendari atleti che riusciranno a percorrere almeno 350 chilometri sui 470 che le otto gare del circuito propongono. Non una classifica a tempo, quindi, ma un’escalation di chilometri pedalati, fino a raggiungere il traguardo del prezioso “brevetto Super Biker”. Come accade per la classifica Super Biker, anche quella Super Team non guarda ai tempi di percorrenza ma al numero di chilometri percorsi da ciascun atleta tesserato che diventano punti per la società, inserendo nella classifica tutti indistintamente (quindi non solo chi ha compiuto 350 o più chilometri ottenendo il brevetto).

Attenzione perché accanto a queste graduatorie dedicate ai puri amatori, non mancheranno di esistere le due classiche destinate a chiamare in causa gli agonisti ed i team più agguerriti. Per il Trek ZeroWind Off Road Challenge 2013 sono state confermate le due classifiche Off Road Challenge e Team Cup per premiare con un cospicuo montepremi in denaro i migliori atleti della mountain bike delle diverse categorie ed i team che partecipano attivamente al circuito, anche quelli che concorrono al Super Team, iniziativa parallela e dedicata alle società aggregative comunque il lizza per la classifica Team Cup. Proprio il successo a pari merito del team Todesco e Lissone Mtb della scorsa edizione del circuito dimostra l’università della formula del Trek Zerowind off road challenge, in grado di abbracciare tutte le utenze della mountain bike

A questo punto rimangono da ricordare gli otto appuntamenti di Trek ZeroWind Off Road Challenge 2013:

17 marzo        Andora Bike Mirko Celestino – Andora (Sv)

24 marzo        Granfondo Tre Valli – Tregnago (Vr)

21 aprile          Granfondo città di Garda – Garda (Vr)

19 maggio       Divinus Bike Clivus – Monteforte d’Alpone (Vr)

16 giugno        100 km dei Forti – Lavarone (Tn)

30 giugno        Sauze Mountain Classic – Sauze d’Oulx (To)

14 luglio          Plan de Corones MTB Race – San Vigilio di Marebbe (Bz)

01 settembre  Marathon Bike della Brianza – Casatenovo (Lc)

Andora ove il percorso pensato da Mirko Celestino si snoda panoramico tra pinete e pietraie. Poi, il trasferimento in Veneto per ben tre tappe: ad aprire le danze sarà la Granfondo Tre Valli di Tregnago il cui percorso andrà a baciare dolci colli e ripidi pendii di Val d’Illasi, Val Tramigna e Valle di Mezzane. Torna ad essere protagonista il lago di Garda: alla Granfondo città di Garda si parte proprio accanto all’affascinante specchio d’acqua per poi addentrarsi nell’entroterra. Ciliegi e Vulcano sono i motivi ispiratori della città del Vino: Monteforte d’Alpone ripropone i due percorsi fortemente intrecciati alle peculiarità del territorio circostante, stupefacente per la bellezza dei suoi colli coltivati in prevalenza a vite. Storia e tradizione degli antichi forti risalenti all’epoca austroungarica rinnovano l’appuntamento sugli altipiani trentini di Lavarone Luserna e Folgaria tra boschi e sterrati della 100 km dei Forti. Mentre sarà la montagna d’alta quota attorno al monte Fraiteve a lanciare la sfida per la piemontese Sauze d’Oulx Mountain Classic: paesaggi “stellari” dei 2.533 metri del monte Genevris e forti emozioni del transito accanto alle località olimpiche di Sestriere e Cesana-Sansicario. Metà di luglio che si traduce in spettacolo con la partecipazione alla Plan de Corones MTB Race, che andrà ad interessare uno degli anfiteatri più spettacolari di Alto Adige e Dolomiti con una gara impegnativa e panoramica. Il gran finale si scriverà sulle “vie” della storica gara brianzola: costellata di paesi e località, ruscelli e maneggi, prati e sottobosco, la Marathon Bike della Brianza – ed il monte San Genesio che da sempre la domina – porrà il sigillo conclusivo al Trek Zerowind Off Road Challenge.

Fabia Sartori – Ufficio stampa

Pubblicità