Home Running News Nuova mezza per conoscere il Casentino

Nuova mezza per conoscere il Casentino

0

Nuova mezza per conoscere il Casentino

Una importante novità si sta affacciando nel calendario degli eventi sportivi Casentinesi per il 2014: la data da segnare in rosso sull’agenda, per gli sportivi in genere ma per i podisti in particolare, è quella del 13 aprile prossimo, Domenica delle Palme. Quel giorno il Casentino vivrà la sua prima “Mezza Maratona”, gara competitiva sulla distanza dei 21 km e 95 metri, appunto la metà della classica maratona. L’evento è promosso dai giovani dell’associazione della Croce Rossa Italiana di Rassina in collaborazione con l’Atletica Casentino Poppi. Come si legge in una nota diffusa dalla sede rassinese della Cri, fra gli obiettivi specifici dell’associazione ci sono quelli “di prevenire, mitigare e recuperare la devianza giovanile, educare alla salute e promuovere uno stile di vita sano e una cultura di non violenza e di pace, ed è proprio quest’ottica che ci ha spinto a organizzare una gara podistica a livello regionale aperta a più classi d’età, che sarà anche un’occasione per promuovere e dare visibilità al territorio andando ad attraversare, fra gli altri, anche i paesi di Poppi e Bibbiena”. La gara è la prima mezza maratona del Casentino ed è già inserita nel Grand Prix del podismo nazionale. Comprende tutte le categorie di età, per il settore giovanile sono previste gare all’interno dello stadio. Dato il livello della competizione, si può prevedere fin da ora una partecipazione stimata in più di 400m atleti. “Seppure il momento sia economicamente difficile”, scrivono i giovani della Cri “abbiamo iniziato a chiedere il supporto delle realtà imprenditoriali locali per realizzare il progetto, che avrà anche finalità benefiche: il ricavato sarà infatti devoluto all’acquisto di materiali per lo svolgimento del servizio sanitario pubblico del 118”. E’ appena il caso di ricordare, per i non appassionati, che Rassina può essere considerata storicamente un po’ come la “capitale” casentinese dell’atletica leggera. Non solo perché da qui è arrivata alla notorietà internazionale la saltatrice in alto Sandra Dini, ma anche e soprattutto per il seguito che ebbe fra gli anni ’70 e i ’90 l’attività del suo allenatore Romano Cipriani, fondatore dell’atletica Casentino e artefice del movimento stesso nella vallata, una realtà poi proseguita dal figlio Nicola e da Elisa Zuccari, che tuttora operano nel settore pur avendo diviso le rispettive strade. Presto conosceremo anche i dettagli della prima mezza maratona casentinese, percorso, difficoltà tecniche, principali pretendenti ad iscrivere il loro nome nell’albo d’oro di una gara ancora da disputare per la prima volta, ma che già sta facendo parlare di sé.

Corriere di Arezzo