Home Running News Paris, una furia alla scalata del Golem

Paris, una furia alla scalata del Golem

0

Paris, una furia alla scalata del Golem

La Proai Golem, alla sua 21esima edizione si conferma una delle prove più amate del ricchissimo calendario bresciano: si tratta di una gara su distanza e dislivello importanti, ma questo non spaventa il movimento locale tanto che sono stati 370 i corridori che si sono presentati alla partenza della gara a Provaglio d’Iseo. La lunga scalata al Monte Guglielmo alla fine ha visto prevalere Giovanni Paris (Atl.Bagolino) più forte sia dei 1.500 metri di dislivello da coprire sia della pioggia caduta ininterrottamente. Alle sue spalle sono giunti il campione uscente Giuseppe Antonini (Atl.Paratico) e Franco Vanni (Freezone) mentre la prima fra le donne è stata l’ex azzurra di ultramaratona Giovanna Cavalli (Runners Bergamo) davanti a Sara Recenti (Freezone) e Nadia Franzini (Atl.Paratico). “La giornata fresca e un po’ piovosa per certi versi ha agevolato i corridori – spiega il responsabile organizzativo Renato Gotti – ed è stato meglio così visto che con il sole e la calura aumentano i rischi di disidratazione”. Se la pioggia ha reso più duro il punto chiave della corsa, la salita di Forcella di Sale, una mulattiera infangata, molti hanno però apprezzato la frescura che ha permesso loro di superare il duro ostacolo. Un’edizione ancora una volta vincente per una gara irrinunciabile nell’intero calendario nazionale, anche perché l’incasso va tutto in azioni umanitarie.