Pubblicità

Petrosino, una giornata da ricordare

di - 19/01/2016

Domenica 17 gennaio mentre tutta Italia batteva i denti, gli amici siciliani si godevano una uscita epica i uno dei loro spot preferiti. Ecco il racconto di  Leonardo Sammartano e le foto sono di Fabio Barbera.

7D2_5064Francesco Cappuzzo

Petrosino. Una giornata da ricordare, 17gennaio 2016
Dopo il dicembre nero, gennaio non poteva essere più generoso. Con il nuovo anno il vento non ha più smesso di soffiare. Maestrale, Ponente, Scirocco, Tramontana, per tutti i gusti, per tutte le condizioni, in tutti gli spot intorno alla “pulcherrima sed ventosa” città di Marsala. Due settimane di vera follia per i ragazzi del Team Maniacs, quasi ogni giorno in acqua fra Puzziteddu, Stagnone, Case Rosse e Petrosino. Quella di oggi però, è senza dubbio una di quelle uscite che non si dimenticano facilmente. Petrosino, questa volta, si è veramente superato. Vento side-off, teso e costante sui trenta nodi, onde di due metri e mezzo, qualcuna anche di tre, condizioni praticamente perfette.

7D2_4488

Oggi c’erano tutti, dai palermitani ai trapanesi, dai marsalesi ai mazaresi, più di venti vele in acqua e una decina di aquiloni. Petrosino, oggi, era on fire! Il primo ad arrivare sul posto e a testare le condizioni è stato il guru dello Stagnone Marco Caldarera. La notizia si è diffusa rapidamente sui social e in poche ore lo spot era praticamente pieno. C’era anche Francesco Cappuzzo, con tutta la crew di Puzziteddu, che ha deliziato i presenti con il suo stile radicale: Forward, Back Loop, Push Loop e Aerial Off The Lip a “minchia piena” (mi si conceda l’enfasi). Il vento ha soffiato tutto il giorno, con raffiche vicine ai quaranta nodi. Una giornata da 3.7/4.0 tenute a stento, forse una delle più belle degli ultimi anni. Questa volta, però, nessuno è “sopravvissuto” alla cena. Tutti a letto prima delle dieci, distrutti dalla lunghissima giornata, ma consapevoli di aver vissuto una “domenica da leoni”.

7D2_5657

7D2_4719

7D2_5121

7D2_5608

7D2_4789

7D2_5510

TESTO Leonardo Sammartano
FOTO Fabio Barbera

Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, poi la mia vita e il mio lavoro. Campione Italiano Wave nel 2013 e 2015. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.