Home Mtb News Pettinà, un fulmine a Salgareda

Pettinà, un fulmine a Salgareda

0

Pettinà, un fulmine a Salgareda

Ricco e affollato il campo dei partenti del 4° Cross Country del Piave, sul tracciato ulteriormente “messo a punto” dagli organizzatori del Bike Tribe sulla base già ampiamente collaudata con soddisfazione dei partecipanti. Vince da pronostico con autorità Nicholas Pettinà, davanti al leader della Veneto Cup Andrea Dei Tos e Tiziano Carraro, gli servono 2 giri per carburare dopo la prova a Vermiglio con l’ottima prestazione di tutta la squadra Forestale, e per cogliere in solitaria il traguardo.

Ottima prova nella femminile per Deborah Soligo, che prende subito il comando per non lasciarlo più ed imporsi davanti a Tiziana Corazza e a Nicole Tovo che completa il podio davanti alla rientrante Giovanna Troldi, mentre Alessandra Teso limita i danni e mantiene la leadership di campionato tra le donne.

Ennesima prova di spicco per Marco Ticcò tra gli junior, impegnato da Carlo Anzolin. Jessica Pellizzari sempre prima JF davanti a Emily Corazzin. Giornata “buona” per Marco Moretto tra i ME, e riconferma per Ivan Galante nei M1 che nella scorsa edizione gli era valsa la prima piazza assoluta, giunge davanti a David Pizzolato. Volata tra i master 2 con Nicola Ferro davanti a Marco Agricola, mentre niente sembra possa scalfire il dominio di Antonio Tasca tra gli M3, con l’ennesimo successo stagionale. M4 con Gianfranco Mariuzzo dominatore, poco spazio per Flavio Zoppas dietro di lui. M5 con Paolo Vanzella che allunga e conserva il vantaggio, dietro di lui gara di coppia per Enrico Lazzaro e Flavio Furlanetto che arrivano insieme nell’ordine, regolando di poco Aldo Mares mentre Stefano Masotti si impone negli M6+.

Spettacolo nelle giovanili, con diversi ragazzi appena rientrati dalla prova di Coppa Italia, si impongono Es2 Luca Daniotti, Es1 Nicola Taffarel, EsFemm Anna Lirussi, Al2 Lorenzo Dal Piva AL1 Stefano Cerisara, AlFemm Beatrice Prataviera.

Ricco e importante tutto l’impianto di gara, dalla spaziosa zona di parenza-arrivo all’ottimo ristoro con prodotti artigianali e successivi pasta party e premiazioni, a ulteriore riprova dell’attenzione organizzativa del Bike Tribe anche ai dettagli di una coreografia suggestiva che caratterizza la gara.

Comunicato stampa