Home Running Eventi Pieno successo della Maratona delle Terre Verdiane

Pieno successo della Maratona delle Terre Verdiane

0

La gara diventata maggiorenne con questa edizione si è svolta in condizioni davvero difficili, pioggia nella parte iniziale e vento dopo il km 20, eppure i numeri dei classificati sono lievemente superiori al 2014, a fronte di un numero di iscritti che anche quest’anno ha abbondantemente passato quota 2000.

La maratona poteva risultare la distanza maggiormente disturbata dagli eventi atmosferici ed invece si è registrato solo uno scarto del 10% tra iscritti e classificati (554); numeri sostanzialmente identici nella mezza di Fontanellato e nella Salso-Fidenza, leggera flessione nella corsa del Principe.

Nella Maratona successo per Marco Ferrari (Atl.Franciacorta) già quest’anno secondo a Crevalcore, che in 2h34’29” ha avuto ragione di Giulio Lorenzo (Italia Marathon Club) per 5’38” e Andrea Lazzarotti, vincitore della Maratona sulla Sabbia, per 8’59”; fra le donne prima Ilaria Aicardi (Atl.Reggio) in 2h56’52”, alle sue spalle Sonia Ceretto (Maratoneti del Tigullio) a 13’08” e Monica Pilla (Atl.San Marco Us Acli) a 17’18”. Arrivati in 554.

La Mezza di Fontanellato è andata ad Adil Lyazali (Atl.Casone Noceto) che in 1h09’05” ha preceduto di 3’36” Matteo Abruzzoli (Gp Codogno 82) e di 4’31” Mauro Gibellini (Cs San Rocchino); gara femminile vinta da Ilaria Bergaglio (Gp Solvay) in 1h23’34”, a 1’04” Gisella Locardi (Atl.Piacenza) e a 6’14” Odette Ciabatti (Gs Lammari). Al traguardo in 405.

Importante test per future maratone la Corsa del Principe, sui 30 km, andata al campione italiano Danilo Goffi (Monza Marathon Team) in 1h39’37”, con un vantaggio di 6’10” su Stefano Ripamonti (Gsa Cometa) e 7’49” su Claudio Tanzi (Gsd Italpose). Elena Neri (Pol.Madonnina) in 2h01’12” si è aggiudicata la prova femminile davanti a Chiara Rossi (Atl.Monza) a 1’00” e a Francesca Capobelli (Atl.Am.Osimo) a 5’34”. 524 i finisher.

Alla difficile giornata dal punto di vista climatico si sono aggiunte altri complicazioni, come il ritardo nella partenza, avvenuto alle 09.17, dovuto a problemi di un pullman che portava un gruppo di 50 persone, che si doveva fare? Noi, secondo coscienza, abbiamo scelto di ritardare la partenza ed attenderli, cercando di diffondere il più possibile la notizia ed evitare ai podisti di presentarsi al via troppo presto, visto che tra l’altro pioveva.

Invece l’organizzatore, Giancarlo Chittolini, desidera scusarsi per la mancata disponibilità di una palestra , che avrebbe reso decisamente meno difficili le operazioni nel pre gara.

Un ringraziamento ai numerosissimi volontari, anche loro hanno preso tanta acqua e tanto freddo, eppure ci pare proprio che non abbiamo fatto mancare nulla a chi ha corso.

Infine,avvertiamo l’esigenza di ringraziare i bravissimi pacer, abili nel dettare il ritmo ai propri compagni di corsa tanto quanto incitarli e sostenerli nei momenti più difficili.

Comunicato stampa