Home Mtb Eventi Pietermaritzburg: ride la Francia, noi meno…

Pietermaritzburg: ride la Francia, noi meno…

0

Lisa Rabensteiner è stata la nota più lieta della trasferta italiana alla prima tappa di Coppa del Mondo a Pietermaritzburg (Rsa). L’altoatesina della Focus Italy ha confermato il suo ottimo momento di forma cogliendo un insperato terzo posto nella gara vinta dalla svedese della Scott Odlo Jenny Rissveds in 1h21’30” con 36” sulla francese Perrine Clauzel (Bh Suntour) e 40” appunto sulla Rabensteiner, che ora potrebbe rivedere i suoi programmi che non prevedevano la trasferta a Cairns (Aus) per la seconda tappa.

Per il resto la prova sudafricana ha confermato di essere un po’ indigesta ai big azzurri. Nella gara elite Marco Aurelio Fontana(Cannondale)  è andato progressivamente spegnendosi dopo essere partito bene ed essere transitato intorno al quinto posto al primo giro. Alla fine solo 26° posto per lui, mentre meglio è andato Gerhard Kerschbaumer (I.Idro Drain Bianchi) che ha chiuso 16° una gara in crescendo. Oltre il 30° posto i fratelli Braidot (Forestale) partiti forse troppo baldanzosi. La gara è vissuta sul confronto fra i soliti Schurter e Absalon, ma lo svizzero ha visto svanire le sue speranze per la foratura della gomma posteriore, lasciando così campo libero al campione francese tornato alla vittoria in Coppa dopo due anni, con alle sue spalle il tedesco Fumic e l’altro francese Marotte. A completare la bella giornata transalpina la vittoria fra gli Under 23 di Christian Sarrou, nella gara dove non erano al via italiani.

L'arrivo di Julien Absalon (foto Tom Jones/organizzatori) L’arrivo di Julien Absalon (foto Tom Jones/organizzatori)

Fra le donne stesso discorso fatto per Fontana e valido per Eva Lechner, calata fino al 13° posto dopo aver a lungo navigato intorno al quinto-sesto posto. Dominio assoluto della svizzera Jolanda Neff, candidata seriamente a monopolizzare la stagione, che ha avuto ragione di tutte le avversarie a cominciare dall’intramontabile norvegese Gunn Rita Dahle Flesjaa, finita a 25” davanti alla polacca Maja Wloszczowska, compagna di colori della Neff. 23esima Serena Calvetti.

 

Jolanda Neff in azione (foto Rob Jones/organizzatori) Jolanda Neff in azione (foto Rob Jones/organizzatori)