Home Windsurf News Porto Corsini 11/11/2012
Pubblicità

Porto Corsini 11/11/2012

0

Un’altra giornata epica! Dopo Caorle e Imperia delle scorse settimane… è arrivato il momento di Porto Corsini (Ravenna).

Questa perturbazione di scirocco ha investito tutta Italia regalando al Sud temperature estive mentre al Nord tanta pioggia, e per fortuna anche vento e onde. Un po’ tutti i litorali hanno quindi funzionato. Nello specifico vi voglio brevemente raccontare l’esperienza del team FUNBOARD di ieri a Porto Corsini.

Sabato… purtroppo (bisogna che qualcuno finisca per tempo il prossimo numero di FUNBOARD di dicembre-gennaio… che si preannuncia moooolto caldo nonostante il periodo…) non riesco a prendermi la giornata per andare a fare windsurf e passo come al solito tutto il giorno davanti al monitor a impaginare… ma il telefono è rovente! Cerco di non rispondere ai messaggi e non controllare le previsioni, mi lascerò trasportare dalla “corrente”. Ore 21:00 finalmente spengo il computer e prendo la decisione: scartato il versante tirrenico per la troppa strada, optiamo per l’Alto Adriatico. Caorle sembra lo spot più sicuro ma sarà dritto da mare. Decidiamo quindi per il jolly di Porto Corsini. Spot che quando lavora dicono tutti che sia fantastico… io non c’ero mai stato.
Il team FUNBOARD è pronto con: le giovani promesse Matteo Todeschi e Pietro Albano, e il radikal Manuel Poli con il suo nuovo tatuaggio sul braccio delle isole Hawaii e la sua nuova “Sabrina” una Harley Davidson del 96 bellissima!

Ore 4:00 sveglia (qualcuno mi avrebbe detto il giorno prima che il vento migliore lo faceva al mattino presto). Ore 4:45 primo stop a Rovereto sud per prendere Todeschi, poi Verona Nord per caricare Albano e infine Legnago per caricare Poli. Dopo altre 2 ore di strada per un totale di 350 km. Alle 8:00 siamo sullo spot, vento da 4.5 side-side on, onde sui 2 metri e 17 gradi!!!
Apriamo le danze alle 8:30, controlliamo la situazione dello spot e vediamo che sottovento le onde sono più grandi e c’è meno gente… ci dirigiamo subito la e ci rimaniamo tutta la giornata!
Verso le 10:00 inizia a dliuviare e il vento gira da mare e aumenta molto… teniamo comunque duro anche se più volte vorrei mettere la vela più piccola. Non demordo e dopo un’oretta di sopravvivenza il vento torna ad essere gestibile per la mia vela e ruota con direzione più side. Le onde crescono e i set più grossi arrivano sui 3 metri.
Sono ordinate, lisce come l’olio (almeno le più grosse), chiudono alla perfezione e sono lunghissime! Anche 5 bottom su un onda! A terra nessun pericolo ma solo una lunghissima baia di sabbia! Che spot!!!!
Verso le 13:00 il vento cala, quasi non si plana più a uscire, ma la condizione diventa ancora più bella! Onde enormi che rompono 300 metri fuori e puro wave riding. Alle 14:30 abbandoniamo definitivamente il campo, esausti e soddisfatti!

Breve remind all’articolo Quale set di vele? Which wave sails set?. Ho usato la 4.5 tutto il giorno, soffrendo un po’ quando il vento aumentava e continuando a planare quando calava. Non ho mai cambiato vela e nemmeno il trim, 6 ore in acqua ininterrotte.


Ore 15:00 piadina con tutti gli amici, il chioschetto è stato preso d’assalto e in un attimo aveva finito le birre… abbiamo consigliato alla signora delle piadine di assicurarsi un bel carico di birre alla prossima sciroccata. Ore 16:00 altra sosta da McDonald’s… Ore 20:00 a casa sul divano. Sono pronto a rifarlo anche domani… anche questa è la bellezza del nostro sport! Grazie a tutti gli amici presenti per aver condiviso questa fantastica giornata di Sport… e grazie alla Scirocco!

CLICCA QUI per la galleria fotografica degli amici di Windcam che sono riusciti a fare qualche foto… ma le più belle e uniche rimarranno solo impresse nei nostri ricordi.
Lorenzo “Windcam” che gentilmente ci ha fornito il link, commenta:
“Le uscite a Porto Corsini sono tanto rare quanto belle, spesso diventano “fiabe” da raccontare per anni … se hai fatto parte di questa “fiaba” TAGGATI nella copertina e CONDIVIDI questo album sulla tua bacheca per dire IO C’ERO!!!”

Articolo precedenteWe Want You!
Articolo successivoCarbon o Wood?
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità