Home Running News Presentata la nuova Unesco Cities Marathon

Presentata la nuova Unesco Cities Marathon

0

Presentata la nuova Unesco Cities Marathon

Si preannuncia come un vero e proprio evento la “Unesco cities marathon”. Si tratta di maratona sulla classica distanza dei 42,196 km con partenza dagli scavi di Aquileia, transito per Palmanova e arrivo in piazza Duomo a Cividale (Terzo di Aquileia, Cervignano, Bagnaria Arsa, Chiopris Viscone, Manzano, San Giovanni al Natisone e Premariacco gli altri Comuni attraversati).

Che costituisca una competizione carica di suggestioni lo ha testimoniato l’alta partecipazione alla presentazione ufficiale, ieri nella sede di Udine della Regione. Molto entusiasmo per l’idea di unire fra loro le due città patriarcali friulane, entrambe riconosciute come patrimonio mondiale dell’Unesco, passando per Palmanova e la sua storica fortezza a quanto pare in procinto di avere anch’essa un simile riconoscimento.

L’appuntamento è per lunedì 1° aprile, giorno di Pasquetta. Alla sua organizzazione dovrebbero risultare coinvolte le principali realtà podistiche della provincia, che verranno coordinate direttamente dal Comitato Regionale della Fidal presieduto da Guido Pettarin. A dirigerne l’allestimento ci penserà un comitato guidato da Giuliano Gemo, attuale vicepresidente vicario del Coni della Fvg.

Meno di tre mesi di tempo per preparare tutto (il Prefetto di Udine ha già radunato i responsabili dei vari servizi per elaborare la lista del £da farsi”) che non è molto. La carica di entusiasmo è comunque molto forte, Cominciando dall’assessore regionale allo Sport, Elio De Anna, che ieri aveva a fianco – oltre al presidente del consiglio regionale Maurizipo Franz e a Mario Virgili assessore provinciale allo Sport – il toscano Alfio Giomi, neopresidente della Fidal, il quale ha approfittato della visita in regione per partecipare alla presentazione della “Maratona delle Città Unesco”. Che, va sottolineato, varrà come campionato italiano 2013 sia assoluto che master. E ciò costituisce un’eccezionalità dato che mai in passato una gara nazionale ha avuto tale valore alla sua prima edizione. Ma Giomi è stato chiaro: “Non sempre le idee geniali sono vincenti. Questa mi pare invece proprio abbia prerogative del genere”. Un bel biglietto da visita, capace di legittimare la soddisfazione del consigliere regionale Roberto Novelli cui va riconosciuta la primogenitura della corsa. Che proporrà anche una staffetta costituita da coppia di maxi-frazioni: Aquileia-Palmanova e Palmanova-Cividale (rispettivamente 16,5 e 25,5 km) in maniera da offrire la possibilità di essere protagonisti anche a quanti non hanno nelle gambe i 40 km e passa richiesti.

Paolo Cautero – Il Gazzettino Friuli