Home Windsurf Eventi PWA Gran Canaria, lo show di Campello
Pubblicità

PWA Gran Canaria, lo show di Campello

0

Si è concluso anche il quarto giorno al Gran Canaria Wind and Wave festival 2018.
Una giornata intensa iniziata presto e finita tardi, dedicata interamente a entrambe le double elimination.
Nella prima parte si è dispautata la double femminile, con la mancanza di Greta che è ancora a riposo e alla quale auguriamo di rimettersi presto.

La prima ad entrare in acqua è Serena Zoia, che ha surfato meglio grazie al vento più gestibile, con discrete surfate e dei buoni salti, dove ha ottenuto i suoi punteggi mligliori, ma non gli sono bastati contro la sua avversaria Rieger che passa il turno, conquistando un migliore punteggio waves.

Nel pomeriggio in contemporanea Bandini vs. Alonso e Stenta vs. Wahl.

Nicole ha messo a segno back loop e forward, arrivando allo stesso punteggio della sua avversaria per quanto ricgurda i salti, ma la spagnola la batte in surfata.
Caterina non riesce ad essere incisiva nella sua heat e Steffi prende un punteggio più alto che le permette di continuare la scalata.
Nella fase finale sono stati alternati i tabelloni femminile e maschile, ma non conclusi per l’arrivo dell’alta marea che ha alterato la condizione.
Lina Erpestein prende la rincorsa e con grinta e passa 4 heat, Brødholt, Huvermann, Alonso, Sniady non hanno scampo per quanto siano state combattive e domani la tedesca arriverà a bussare a casa Offringa.

Per gli uomini è Campello a mantenere l’avanzata constante e massiccia, con punteggi sempre intorno a 30, dando spettacolo soprattutto nella heat contro Stone dove ha vinto con stile e mostrando tutto il suo repertorio domani potrà incontrare Fernandez.


Aspettiamo anche di vedere le nostre giovani promesse nei prossimi giorni; si metteranno in gioco i fratelli Di Giosafatte nella categoria under 20 e 15 e il piccolo Gasperini sarà negli under 13.
Questo è tutto, skipper’s meeting kids ore 9.00 e per le classi maggiori alle 14.00 sempre ora locale.

Il video del DAY 3.

TESTO E FOTO Emanuela Cauli

Articolo precedenteFuro ed Exo, i nuovi caschi road di Bollé
Articolo successivoMontagna in Francia, sei mai stato?
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità