Pubblicità
Home Windsurf Eventi PWA Starboard Severne Aloha Classic, Day 8: l’Hookipa Factor di TT
Pubblicità

PWA Starboard Severne Aloha Classic, Day 8: l’Hookipa Factor di TT

0

Mercoledì 5 novembre, ottava giornata della Starboard Severne Aloha Classic 2014 e quarta giornata di gare per il PWA dopo la lunga attesa nelle giornate di lunedì e martedì: day 6&7. Viene concluso il double maschile con la vittoria del giovanissimo Morgan Noireaux (JP, Hot Sails) e Thomas Traversa (Tabou, GA Sails) con il suo secondo posto ad Hookipa si laurea Campione del Mondo Wave 2014. Congratulazioni a questi due rider che hanno dimostrato durante tutta la lunga gara di avere il cosiddetto “Hookipa Factor”, coloro che indipendentemente dalla condizione specifica della giornata hanno saputo trarre il meglio da quello che poteva offrire lo spot!

Results Starboard Severne PWA Aloha Classic – Men’s
1st Morgan Noireaux (JP / Hot Sails Maui)
2nd Thomas Traversa (Tabou / GA Sails)
3rd Marcilio Browne (Goya Windsurfing / MFC)
4th Victor Fernandez (Fanatic / North / MFC)

RANKING OVERALL PWA WAVE 2014
1nd Thomas Traversa (Tabou / GA Sails)
2nd Victor Fernandez (Fanatic / North / MFC)
3rd Ricardo Campello (Patrik, Point-7)
4th Marcilio Browne (Goya Windsurfing / MFC)
5th Alex Mussolini (Tabou, GA Sails)
6th Robby Swift (JP, Neil Pryde)
7th Philip Koster (Starboard, Severne)
8th Klaas Voget (Fanatic, Simmer Style)
9th Antoine Martin (JP, Neil Pryde)
10th John Skye (RRD)

Results Starboard Severne PWA Aloha Classic – Women’s
1st Iballa Moreno (Starboard / Severne / Maui Ultra Fins)
2nd Fiona Wylde (Goya Windsurfing)
3rd Tiffany Ward (Starboard / Ezzy)
4th Junko Nagoshi (Goya Windsurfing)
 

SM14_wv_Traversa_flying_highThomas Traversa, Campione del Mondo Wave 2014

SM14_wv_Morgan_styleLo stile potente di Morgan Noireaux


È stato concluso anche il tabellone femminile vinto da Iballa Moreno (Campionessa del Mondo Wave 2014), seguita da Fiona Wylde (Youth) e Tiffany Ward.

Tom Garcia, AWT Severne Starboard Aloha Classic Grand Master ChampionNdr: la heat 31, cruciale per la lotta al titolo, tra Brawzinho e Fernandez, è stata addirittura commentata nel Live Streaming offerto dal PWA da Robby Naish e Jason Polakow!

Dopo il tour de force di domenica dove sono state effettuate molte heat del double maschile e femminile, abbiamo dovuto aspettare fino a ieri per le ultime emozionanti 3 heat finali, Ferdinando Loffreda anche oggi condivide con noi il suo punto di vista di questa giornata analizzando heat dopo heat.
” Nel primo articolo avevo scritto delle incredibili curve e angolazioni dei turn di Morgan Noireaux, così è stato fino alla fine: waveriding contro i tricks. Facciamo un passo indietro.
Tutto inizia questa mattina a Hookipa “regno del waveriding puro”. Le condizioni: side off, molto belle, ma con swell variabile… che poteva andare da “chest high to mast high”! Giustamente l’head judge consigliato da tutti noi capeggiati da Kai Katchadourian decide di fare heat di 25 minuti più due di transizione. 27 minuti complessivi necessari giusti in caso di sets di onde irregolari.

SM14_wv_Slash_from_Marcillio_BrownsMarcilio Brawzinho Browne

I giochi iniziano con la heat 31, in acqua Brawzinho vs Victor Fernandez. Iniziano tutti e due a lavorare l’onda bene ma Fernandez fa i turns più angolati, sembra lui il leader ma le sue onde sono piccole e medie. Altra storia per Brawzinho che surfa un po’ meno angolato ma con onde decisamente più grandi di quelle di Fernandez. Poi lo step up nella heat di Brawzinho che si ricorda di essere campione del mondo in corso (fino ad allora) e inizia a fare sufficienti top turnve perfetti tricks. Le sue onde sono sempre le migliori, passa lui su Victor che ha surfato bene angolato e che non riuscendo ad atterrare i suoi aerial Forwards aveva uno score inferiore a Brawzinho.

SM14_ls_All_over_for_FernandezGame over per Victor Fernandez

 

Si passa alla heat 33: Brawzinho vs Traversa. Si inizia con il folletto di Traversa… su onde piccole, tanti turns ma non condotti, solo grandi derapate. I suoi trick sono meglio dei suoi turn e su un’onda chest high riesce a fare due turns sufficienti, derapati sempre… poi un aerial… un altro turn e un Goiter a fine onda che non era nemmeno chest high. Brawzinho da parte sua prende onde grandi, fa dei turns buoni ma non riesce ad atterrare e chiudere i suoi serial taka. Una heat equilibrata e più passano i minuti più consistente diventa lo score di Brawzinho… dietro di pochissimo a Thomas. A pochissimi secondi dalla fine Brawzinho riesce ad eseguire un air taka stellare, chiuso con una leggerezza, davanti alla schiuma dell’onda, sembrava mettesse lo zucchero velato su una ciambella riuscita bene! Strano lo score dato dai giudici… 7,25 o 7,75… una manovra che fatta così con un bel top turn avrebbe meritato un 8,85… come era successo nelle heat precedenti. Traversa ha surfato molto in derapata, mai rail to rail, onde decisamente più piccole. Ha lavorato le onde nel senso che ha inserito nelle onde piccole tante cose: due tre turn e goiter. Ma a Hookipa di solito funziona diversamente, l’onda fa già da score. Il risultato discutibile come confermato da tutti i veri rider in spiaggia… un Brawzinho sottostimato dai giudici. Onore a Traversa per aver vinto la Coppa del Mondo.

tt hookipa factor
Arriva poi la vera finale, Traversa vs Noireaux… Inizio di heat con un bravo e attento Traversa che pur con le sue derapate  riesce a fare 4-5 tra turns e tricks… e ci siamo… Morgan entra in azione. Inizia con un onda da 4 turns… rail to rail… un aerial e un taka a fine onda… score 8,25! Nell’onda successiva dopo due turns e curve condotte attacca un goiter, vediamo la tavola girare piedi fuori dalle straps… di seguito Morgan che mi segnala un problema alla tavola. Stacco la tavola dall’altra vela, Morgan torna in spiaggia e la prende ed esce di nuovo. I tasselli della strap posteriore erano fuori con tutta la base. Ho pensato si fosse innervosito… entra in acqua e lui con la calma di un veterano continua a inanellare le sue curve veloci verticali e condotte rail to rail. Vince Morgan che esce dall’acqua portato in spalla dal sottoscritto e da Werner Gnigler shaper delle sue tavole. Vince un ragazzo di 20 anni appena compiuti che l’anno scorso fu sfortunato ad infortunarsi poco dopo aver battuto Brawzinho (allora eletto campione del mondo)… una forza rabbia calma che ha covato per un anno intero e che ha scaricato oggi qui a Hookipa!
Grande Morgan… my boy… ciao!”.


SM14_ls_Morgan_celebrates

 

SM14_ls_Podium_action

Ferdinando, attento osservatore e senza peli sulla lingua come avrete potuto capire dai sui report da Maui, ci tiene a fare una nota anche su Federico Morisio, 18enne di Torino alla sua prima volta a Maui e nella sua prima gara. Federico ha partecipato anche nella categoria Youth.
” Nota positva e negativa il nostro Federico Morisio: è un rider vero, wave rider. Durante la sua heat di oggi per il tabellone AWT Youth ha surfato due onde da cineteca. Ha vinto la heat… ma non tanto quello, quanto come ha surfato: benissimo, rail to rail late top turns con curve condotte. A Hookipa non conta se il tuo avversario non è forte, conta come surfi l’onda che stai surfando, mi ha sbalordito! Ha surfato da vero wave rider. E non sapevo che un minuto prima dell’inizio della heat avesse colpito il reef con il piede sinistro procurandosi 3 tagli profondi. Li hanno medicato il piede ma non c’era il dottore. Domani gli metteranno i punti e nel pomeriggio farà la gara. È un ragazzo istintivo ma intelligente con un bottom naturale e un top turn aggressivo. Mi ha meravigliato! Merita attenzione e visibilità.”

10517276_995358110480902_6560513136096473766_o

 

Il tabellone AWT Youth che si concluderà domani insieme a quello Women e Master

10407620_995358117147568_198744731945546148_nAWT Gran Master vinto da Tom Garcia

Tom GarciaTom Garcia, AWT Severne Starboard Aloha Classic Grand Master Champion in action!

TESTO 4Windsurf, Ferdinando Loffreda
FOTO John Carter/PWA

PRESS RELEASE PWA

Day 8: Thomas Traversa writes his name into windsurfing history, as Morgan Noireaux and Iballa Morene claim Aloha Classic Crowns

Day eight of the Starboard Severne PWA Aloha Classic saw the exciting conclusion of the 2014 PWA Wave World Tour, as Ho’okipa delivered fantastic conditions again. With more west in the swell today, the set waves were reeling, this combined with the slightly more cross offshore wind made for challenging, but great riding. Newly crowned world champion – Iballa Moreno (Starboard / Severne / Maui Ultra Fins) – successfully defended her single elimination crown, to end the year in the best way possible as she claimed the Aloha Classic title again – just as she did in 2006. Meanwhile, Morgan Noireaux (JP / Hot Sails Maui), claimed his first victory on the PWA World Tour to be crowned the king of Ho’okipa. But the biggest news of the day, is without doubt – Thomas Traversa (Tabou / GA Sails) – who collected his maiden world title, capping an absolutely brilliant day, and year, for the Frenchman.

Men’s 

Double Elimination

The first men’s heat of the day was one of the biggest heats of the year, as Victor Fernandez (Fanatic / North / MFC) took on Marcilio ‘Brawzinho’ Browne (Goya Windsurfing / MFC). The Spaniard needed to win heat thirty-one in order to keep his title hopes alive, whilst Browne was fighting for the final place on the prestigious podium – with the Brazilian needing second place or better to achieve just that.

Coming into today’s battle, Fernandez held the upper hand with six wins to Browne’s one in the last seven years. However, Browne’s only victory came during last year’s Aloha Classic, which proved crucial again, as the Brazilian was able to defeat his Spanish rival at Ho’okipa for the second time, which meant – Thomas Traversa – was officially crowned the champion of the world, for the first time in his life, without sailing a heat today.

The End to an Incredible Year

2014 has proven to be an incredible year for – Thomas Traversa. At the start of the year the Frenchman dominated in the Red Bull Storm Chase, as he came into his own in the gnarly conditions, before going on to win the jump category of the indoor contest in Poland. However, today was the icing on the cake as TT was crowned world champion in the spiritual home of wave sailing, after a polished display in Ho’okipa, as he demonstrated more fluid wave riding, combined with aerials and goiters to defeat – Marcilio Browne – on his victory parade. Traversa was sailing with an injury, but you wouldn’t have known it given his performance on the water.

Thomas Traversa on capturing his first PWA Wave World Title: “Wow! I can’t believe I am wave world champion!!! If I am then Sophia Regerbis is the real world champion, together with my parents, my shaper, and all my friends who sailed at home or did trips and competitions with me!” 

“I am who I am, and where I am, because of you!” 

“And now I have a good story to tell our future baby!”

Winners’ Final

Having defeated – Marcilio Browne – Thomas Traversa lined up against Morgan Noireaux in the winner’s final, hoping to force a super final in the fight for the coveted Aloha Classic title. TT made a strong start to the final and led for the opening nine minutes – after linking three vert turns, before tagging a goiter on the end section. However, after this – Noireaux – found his groove, much to the joy of his home crowd, who were extremely vocal on the beach, as their home hero unleashed, a now, trademark gouging first turn before rotating through a radical taka, which earned him 8.48 points. Traversa, tried to fight back with a huge goiter, but couldn’t quite hold it upon landing. Whilst, Noireaux, then hammered the nails into the coffin on his final wave as he tweaked a sick aerial, before backing it up with another hell turn to defend his single elimination crown.

Women’s 

Winners’ Final 

Iballa Moreno took on Fiona Wylde (Goya Windsurfing) once more in the women’s final and Wylde continued to show excellent wave selection and composure beyond her years, but for much of the final looked slightly overpowered on the wave face. However, the seventeen year old was still able to land a sick, late aerial combined with a vert hit, but Iballa had too much in the tank in the end, on this occasion at least. The newly crowned world champion recovered from a broken mast, to link four solid turns on one wave before finishing the final with her best effort as she landed an aerial, before backing it up with a stylish turn to successfully defend her single elimination crown.

Meanwhile, Tiffany Ward (Starboard / Ezzy) protected her third place to claim the final place on the podium, meaning Junko Nagoshi (Goya Windsurfing) had to settle for an excellent fourth place finish.

A huge congratulations to Morgan Noireaux, for his maiden victory, and to Iballa Moreno, who claims another world title alongside her brilliant victory at the Starboard Severne PWA Aloha Classic. And of course to – Thomas Traversa – who claims his maiden world title after an inspired year, not only on the PWA World Tour, but also on the Red Bull Storm Chase.

Articolo precedenteChampions for Charity
Articolo successivoparola d’ordine; customizzare
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità