Home Running News Quattro kenyani positivi all’antidoping

Quattro kenyani positivi all’antidoping

0

Quattro kenyani positivi all’antidoping

I giorni di vigilia dell’inizio delle gare olimpiche di atletica stanno segnando una decisa stretta da parte della Iaaf nei confronti di chi si dopa: tanti i casi rivelati e a questi non sono estranei neanche i campioni kenyani del mezzofondo: è notizia delle ultime ore il procedimento a carico di quattro importanti nomi del movimento degli altipiani. Il più importante è quello di Mathew Kisorio, secondo ai Mondiali Juniores sui 5000 nel 2008 ma che in seguito ha ottenuto la terza prestazione di sempre sulla mezza maratona in 58’46”, che è stato trovato positivo per l’assunzione di steroidi anabolizzanti. Gli altri sono Rael Kiyara (2h23′47″ alla maratona di Amburgo) positivo al nandrolone, Jemima Jelagat Sumgong (2h31′45″ sulla maratona) positiva al cortisone e Ronad Kipchumba (Campione del Mondo Junior sui 3000 siepi nel 2004 a Grosseto) trovato con tracce di EPO nel sangue alla Maratona di Linz.

Kisorio e Kiyara, i due nomi più importanti, hanno riversato le responsabilità sul proprio staff dicendo di essere stati curati per l’influen Gli altri sono Rael Kiyara (2h 23′ 47″ alla maratona di Amburgo) positivo al nandrolone, Jemima Jelagat Sumgong (2h 31′ 45″ sulla maratona) positiva al cortisone e  Ronad Kipchumba (Campione del Mondo Junior sui 3000st nel 2004 a Grosseto) trovato con tracce di EPO nel sangue alla Maratona di Linz.

A mentre la Jemima afferma di essere stata curata per un ‘problema al bacino. Lo staff in questione è quello di Brescia, dove l’allenatore di Kisorio e Jemima Claudio Berardelli ha dichiarato: “E’ inaccettabile che atleti del calibro di Kisorio utilizzino doping. Merita i due anni di squalifica”.