Home Running News San Bartolomeo festeggia l’ingresso nell’Uisp

San Bartolomeo festeggia l’ingresso nell’Uisp

0

San Bartolomeo festeggia l’ingresso nell’Uisp

Festeggia il 30° compleanno la Maratonina d’Inverno, che si terrà domenica mattina a San Bartolomeo in Bosco. Come sempre organizzata dal Gruppo Podistico locale, la manifestazione presenta una grossa novità: “Sarà una gara Uisp a tutti gli effetti – dice Elisa Castaldelli, portavoce dello staff organizzativo – abbiamo deciso di far leva sulla convenzione del 20913 in cui, grazie a una collaborazione tra Uisp e Fidal, viene data la possibilità alle organizzazioni affiliate agli enti di promozione di elargire premi in denaro parificati ai vincitori; nel nostro caso tali riconoscimenti verranno effettuati con buoni carburante. Quindi, la Maratonina non è più gara nazionale, bensì gara regionale Fidal; la federazione, d’altronde, era diventata troppo onerosa per noi e abbiamo deciso di rendere la competizione più economica sperando che i vecchi partecipanti rimangano affezionati”.

E così è stato, visto che a ieri si contavano già 350 iscritti a fronte dei 500 massimi previsti. Le iscrizioni rimarranno aperte sino a domenica mattina alle ore 9:00 nel caso il quorum non fosse pienamente raggiunto. Oltre alla competitiva con partenza prevista alle ore 9:50 ci saranno la camminata di 7 km con inizio alle 9:10 a cui prendono parte i pazienti e il personale del Centro S.Bartolo e la minipodistica per i bambini delle 9:15 che dovrebbe garantire una cinquantina di presenze. A cornice, come sempre una ventina di macchine d’epoca dell’Officina Ferrarese, la cantante Cristina Cremonini e la presenza dell’assessore allo sport Luciano Masieri per le premiazioni.

Per quanto riguarda i top runners, i principali indiziati alla vittoria sono tre dell’Atletica Castenaso: i marocchino Mohamed Hajjy, Mohamed Errami ed El Hachlimi, mentre Karim Abderrahim corre per l’Atletica Traversetolo Parma. Da non sottovalutare Massimo Tocchio portacolori della Salcus.

Corrado Magnoni – La Nuova Ferrara