Home Running News Scaini e la Straneo campioni italiani 10 Km

Scaini e la Straneo campioni italiani 10 Km

0

Scaini e la Straneo campioni italiani 10 Km

Mentre sua moglie Anna Incerti prepara la prossima Berlin Marathon del 25 settembre, Stefano Scaini porta in famiglia un nuovo titolo, quello italiano dei 10 km su strada. L’ex finanziere veneto, ora in forza al Running Club Futura, si è aggiudicato la maglia tricolore a Lucca, finendo settimo nella prova toscana chiusa in 29’40, non lontano dal vincitore assoluto della gara che valeva anche per il Campionato di Società e che quindi ha convogliato sulle strade toscane molti dei migliori nomi stranieri appartenenti ai sodalizi italiani. Dicevamo del vincitore, il kenyano Boniface Bii Kiprono che continua a collezionare vittorie nel calendario nazionale delle corse brevi, aggiungendo quella di Lucca ai successi di Bojano e Oschiri per rimanere legati alle ultime settimane. Il corridore dell’Atl.Potenza Picena ha chiuso in 29’01” avendo ragione in volata del connazionale del Running Club Futura Daniel Kipkirui Ngeno, a un secondo di distacco, mentre terzo è finito l’altro kenyano Peter Bii (Athl.Terni) in 29’16”. Poi il ruandese dell’Orecchiella Jean Baptiste Simuneka (29’31”) e gli altri kenyani Nelson Dokita Olempayei (Virtus Lucca/29’36”) e Nicodemus Biwott (Farnese Vini/29’37”) prima di Scaini. Restando fra gli italiani, alle sue spalle sono finiti Kaddour Slimani (Runner Team 99) 10° in 29’56” proprio davanti ad Alberto Montorio (Aeronautica/30’02). Molto bella la prova femminile con tre atlete sopra tutte e vittoria, la ciliegina di una stagione straordinaria, per la 35enne del Runner Team 99 Valeria Straneo, prima in 32’07” davanti a Rosaria Console (FF.GG.) in 32’25” e Nadia Ejjafini (Runner Team 99) in 32’38”. Anche queste due atlete hanno mostrato una confortante condizione di forma considerando che stanno preparando rispettivamente le maratone di Berlino e Francoforte per acquisire il minimo per le Olimpiadi. Quarta la forestale Giovanna Epis in 34’26” davanti a una delle favorite della vigilia, la marocchina del Running Club Futura Meriyem Lamachi (34’35”).