Home Ciclismo News Svelato il trofeo della Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone 2011

Svelato il trofeo della Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone 2011

0

Svelato il trofeo della Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone 2011

Manca poco al via della 6.a edizione della Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone, la granfondo su strada dedicata al celebre corridore lussemburghese e in programma il prossimo 31 luglio, nel frattempo le novità si susseguono veloci. Il comitato organizzatore, coordinato dalla direttrice dell’ApT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones, ha svelato quale sarà il trofeo riservato ai vincitori della gara 2011, un premio davvero originale e…ragionato. La realizzazione dell’opera (o, meglio, delle opere al plurale, visto che ogni vincitore avrà un premio personalizzato) sarà affidata allo scultore trentino Roberto Boninsegna, esperto nella lavorazione del legno ma anche di pietra e metallo. La scelta è stata determinata dalla volontà di premiare la produzione artigiana e artistica regionale, ma anche dal desiderio di dar voce a un giovane esponente del settore, moderno portavoce di una realtà lavorativa dalla lunga tradizione. L’artista fa parte dell’Associazione Artigiani, e parteciperà alla Triennale internazionale del legno, evento organizzato dall’Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia Autonoma di Trento che si terrà nel capoluogo trentino ad ottobre. Il predazzano Roberto Boninsegna, dopo essersi diplomato alla scuola d’arte di Pozza di Fassa ed aver completato gli studi presso la scuola per scultori della Val Gardena, è approdato al lavoro artigianale in proprio, facendosi conoscere entro e fuori i confini provinciali grazie all’originale produzione artistica e alla partecipazione a svariati simposi, mostre e fiere internazionali. Il Trofeo Charly Gaul 2011 sarà una scultura in legno, raffigurante la mitica salita Charly Gaul, fulcro della competizione, all’interno della quale verrà incastonata una pietra con incisa la ruota di una bicicletta, a sottolineare il legame tra lo sport del ciclismo e la leggendaria strada del Monte Bondone, quella che nel Giro del 1956 festeggiò la vittoria di tappa di Gaul. Questa sarà la scultura destinata al vincitore del percorso granfondo (144 km), mentre la 1.a assoluta tra le donne in gara riceverà un trofeo leggermente diverso, realizzato sempre in legno ma progettato con linee più morbide e leggere adatte a rappresentare il mondo sportivo “rosa”. Personalizzati saranno poi anche i trofei destinati ai due vincitori del percorso mediofondo (75 km) e del “corto” (58 km), in queste opere infatti, al fianco della salita Charly Gaul, sarà realizzato un intarsio della Torre Civica di Piazza Duomo, per sancire il legame della gara anche con la città di Trento, location di partenza. La scelta di produrre un trofeo in legno è stata compiuta non a caso, perché la Leggendaria Charly Gaul Trento Monte Bondone è legata non solo alla montagna trentina per eccellenza e alla sua lunga tradizione ciclistica, ma anche, più in generale, al territorio trentino. Lo si è visto in particolare nella scelta dei cibi per i ristori, tutti rigorosamente di alta qualità e di produzione regionale, ma anche nella scelta dei premi per i vincitori. Il Trofeo Charly Gaul, oltre ad essere realizzato da uno scultore trentino, intende anche onorare l’Anno internazionale delle Foreste, indetto dall’ONU proprio per l’anno in corso. Ecco dunque che la decisione di utilizzare il legno come materia pressoché esclusiva per i trofei intende anche valorizzare questa ricorrenza, di significativo interesse per la Provincia di Trento che, per la sua conformazione morfologica, trova nelle foreste e nel legno una risorsa di grande importanza, dato che più di metà del territorio è ricoperta da foreste. Il nuovo Trofeo sarà insomma un altro importante tassello della rassegna sportiva trentina, per la quale il conto alla rovescia si sta restringendo sempre di più. In attesa del via, continuano anche a lievitare le iscrizioni internazionali alla gara, effettuabili anche online e che resteranno aperte fino al 27 luglio.