Home Running News Tappino-Altilia, l’obiettivo è il record di presenze

Tappino-Altilia, l’obiettivo è il record di presenze

0

Tappino-Altilia, l’obiettivo è il record di presenze

A poco meno di un mese dallo start, l’Atletica Molise Amatori perfeziona gli ultimi dettagli della 28esima edizione della Tappino-Altilia, in programma domenica 25 settembre. Anche quest’anno la “seducente” mezza maratona, che è preceduta da una serie di iniziative culturali e ricreative, gode del sostegno dell’Assessorato allo Sport della Regione Molise, del Consiglio Regionale, dell’Euroregione Adriatica, di Provincia e Comune di Campobasso. Il presidente dell’Ama, Franco Pietrunti, supportato dai suoi stretti collaboratori, ha deciso di puntare soprattutto sulla quantità. Nei piani degli organizzatori c’è infatti il desiderio di abbattere il muro dei mille iscritti e di superare anche il record di 1.100 podisti in lizza fatto segnare nell’edizione 2008. Tra le varie iniziative studiate per incrementare il numero degli atleti c’è l’inserimento della maratonina molisana nel circuito Corri l’Abruzzo. In questo modo le porte di Altilia si apriranno anche ad un nutrito gruppo di podisti abruzzesi mai visti dalle parti di Sepino, i quali andranno ad aggiungersi ai tanti atleti molisani, campani, lucani, calabresi, laziali, marchigiani ed emiliani.

La storia della Tappino-Altilia è conosciuta: nata nel 1984 sotto lo slogan di “Primo Itinerario Turistico Molisano”, perché nei propositi degli organizzatori vi era l’intento di modificare il percorso ad ogni successiva edizione, con la finalità turistico-sportivo-culturale di far conoscere ai partecipanti ogni volta un luogo diverso della regione, la Tappino-Altilia ha mantenuto il suo percorso originale e via, via si è trasformata in uno degli eventi sportivi più suggestivi e attesi nel panorama regionale. Le peculiarità della gara, una mezza maratona (quindi 21,097 km), inserita nel calendario nazionale Fidal, nel Corrimolise e che è valida come Campionato Regionale amatori master individuale e di società, sono certamente il percorso (spettacolare l’arrivo sul decumano dell’antica città romana, nel cuore della zona archeologica nei pressi di Sepino), le finalità culturali, storiche e promozionali del territorio regionale, e lo straordinario colpo d’occhio offerto da podisti e atleti: tremila anime, tra amatori della maratona, familiari al seguito e turisti di giornata, che decidono di trascorrere l’ultima domenica di settembre all’ombra del Matese e delle colonne dell’antica Saepinum. Per lo sport e per il Molise un bel biglietto da visita da offrire ai numerosi appassionati provenienti da fuori regione, oltre che un happening dal sapore antico che ogni anno si prende pure la scena nazionale. Tutto realizzato anche grazie al sostegno di tanti sponsor istituzionali e privati, quelli storici e un gruppo di nuovi marchi che hanno deciso di sposare la filosofia dell’Atletica Molise Amatori. Saranno proprio gli sponsor a fornire i cesti di prodotti enogastronomici molisani che saranno consegnati in premio agli atleti e che andranno a riempire il pacco gara per tutti i podisti. In più la presenza delle Associazioni di volontariato, dell’Esercito e delle Forze dell’Ordine, indispensabile ai fini della buona riuscita della manifestazione.

Ufficio Stampa Atl.Molise Amatori