Team Italia Movement 2011-2012

0

Il Team Movement 2011-12 si presenta al gran completo con riders di livello ben riconosciuti nel panorama italiano. Il Team incrocia le dita per un inverno da urlo, ma intanto affila le armi anche per un eventuale inverno secco!


Il Team Movement vede come coordiantore Giulio Guadalupi nonchè membro VIP del team europeo. Giulio coniuga una lunga esperienza nel settore dell’organizzazione eventi, ad una passione sfrenata per il fuoripista e l’avventura a tutto tondo. Anche quest’anno si applicherà minuziosamente per riuscire a firmare più pendii possibili con i suoi Trust stabili e veloci. Gli altri membri del team sono sostanzialmente quasi tutti abbastanza affermati sulla scena nazionale.

Giulio Guadalupi

Daniel Tsurtschentaler è sulla scena nazionale ormai da qualche anno ed ogni colta cresce per stile e capacità. I numerosi risultati ottenuti anche oltre i confini nazionali ne sono la prova. Certamente quest’anno sarà da tenere sott’occhio perchè potrebbe essere l’anno di svolta per la sua carriera.

Tobias Vinatzer, dopo numerosi infortuni torna sulla scena nazionale carico a mille. In convalescenza ancora fino a Natale, potrà partecipare solo a poche gare prestagionali, ma avrà certamente il tempo per rifarsi durante la stagione. Il suo stile infatti non ha bisogno di presentazioni, i risultati italiani parlano di lui.

Yuri Silvestri è il più giovane atleta del team, sta crescendo bene nella sua Livigno che gli permette di allenarsi con costanza. Il suo stile si sta definendo chiaramente, forza, efficacia e dolcezza si fondono in un gran numero di trick, utilizzando gli Zoo. Il suo è un nome da ricordare perchè presto potrà essere ad alto livello anche nella disciplina dell’halfpipe( che presto sarà disciplina olimpica).

Simone Arnaud è arrivato nel team solo da un’anno ma da subito ha dimostarto volontà di crescere e si è impegnato seriamente per accrescere il suo portfolio tricks. E’ attivo, molto attento allo stile e molto caparbio, quindi non perdetevi le sue gesta nei vari contest nazionali dove sicuramente saprà ritaglairsi il suo spazio.

Daniel Tschurtschenthaler

Che materiali usano gli atelti movement nel dettaglio:

Giulio Guadalupi: TRUST 194. Afferma: ” Trovo sia uno sci stabile, sicuro e perfetto per ogni neve. Il rocker sulla punta poi gli permette di galleggiare egregiamente quando le condizioni diventano soffici, un vero tuttofare!”.

Daniel Tsurtschentaler: MOSQUITO 180. Afferma: ” Degna evoluzione dei Signature, è uno sci capace di coniugare le caratteristiche del Signature con più maneggevolezza grazie all’ accentuato raggio di curva. Mi permette di chiudere meglio trick di spessore”.

Tobias Vinatzer: FLY SWATTER 185. Afferma: ” Sono gli sci più estremi sul mercato, sono eccelsi in powder ma riesci anche a carvare. Un design incredibile”.

Yuri Silvestri: EL LOCO 163. Afferma: ” Mi piacciono molto a livello estetico, e dal punto di vista tecnico apprezzo la risposta e d il flex ”

Simone Arnaud: MOSQUITO180. Afferma: ” degno successore del Signature, abbastanza rigido e con grafiche spettacolari! E’ realizzato per sposare al meglio le mie caratteristiche.”

Yuri Silvestri

Ecco come Movement si presenta al pubbilco italiano! Il pubblico potrà anche provare gli sci che gli atleti sviluppano mettendoli alla frusta in numerosi appuntamenti sulle alpi italiane!

Per maggior info e saperne di più sul Team Italia Movement 2011-2012 cliccate su Team movement freeski