Home Running News Transalpine Run, due vittorie per l’Italia

Transalpine Run, due vittorie per l’Italia

0

Transalpine Run, due vittorie per l’Italia

Trionfo azzurro nella terza tappa del 9° Transalpine-Run di 38,57 km e 2.975 metri di dislivello da St. Anton am Arlberg nel Tirolo a Samnaun nei Grigioni con due vittorie, in campo femminile e nella categoria Master, e due podi, nei Senior Master e nella categoria femminile.

Nella categoria donne, terza vittoria consecutiva per la fortissima coppia italo-spagnola composta da Silvia Serafini e Oihana Corthazar Aranzeta che ha completato la terza frazione in 5h14’34”, precedendo di 33‘47“ il duo tedesco formato da Gitti Schiebel e Ildikó Wermescher. Terza piazza e secondo podio consecutivo, invece, per le altoatesine Tamara Lunger (S.Valentino in Campo) e Annemarie Gross (Sarentino), staccate di 50‘35“ dalle prime classificate.

Tra i Master, Anton Steiner e Klaus Wellenzohn del team altoatesino Dynafit Passo Resia hanno ottenuto la prima vittoria, chiudendo la gara in 4h48’14” con un vantaggio di 2’17” rispetto ai due volte vincitori tedeschi Anton Philipp e Thomas Geisenberger. Terza piazza per il duo austriaco composto da Seppi Neuhauser e Sejad Mulahalilovic (+10’09”).

“Siamo molto soddisfatti- dichiara Anton Steiner, atleta abituato agli sforzi estremi. Già nelle tappe precedenti eravamo molto vicini alla vittoria. Finalmente, e con un po’ di tattica, siamo riusciti a superare Philipp e Geisenberger”.

Nella categoria Senior Master, i corridori del team Laces (BZ), Rudi Schöpf e Florian Kuppelwieser, hanno ripetuto la bella prestazione delle prime due tappe, giungendo al traguardo in seconda posizione e salendo sul podio per la terza volta consecutiva. I due venostani al traguardo hanno accusato un ritardo di 13‘08“ rispetto ai primattori tedeschi, Michael Sommer e Thomas Miksch (5h23’27”). Nella gara principale continua il dominio di Dimitris Theodorakakos (Gre) e Cameron Clayton (Usa) in 4h28’00” con 37” sul tedescho Philipp Reiter e lo spagnolo Bernat Tofol Castaner.

Gernot Mussner – Ufficio stampa