Pubblicità

Tribols a Trepalle, Freeski Session targata Livigno

0

Sabato 19 e domenica 20 aprile a Livigno si è svolta la Tribol session, un evento freeski che ha portato nella località lombarda una ventina di skier da tutto il nord Italia. Non si è trattato di un contest ma di una due giorni passata in compagnia per rendere omaggio a Danielino Mottini e a Fabio Viviani scomparsi a gennaio proprio a Livigno sotto una slavina.


Alessandro Bianchetti

Dopo la bufera di neve del venerdì sera, sabato mattina ci siamo recati tutti al Mottolino, dove, dopo un paio di linee in fresca, ci siamo trovati un park a dir poco perfetto con un sacco di strutture e una linea pro con kiker da 19 a 22 m veramente fighissima.Fin dalle prime run si è capito che i ragazzi erano tutti super motivati e dunque eccoli a chiudere trick su trick. Non essendoci nessuna gara, i rider erano super affiatati e ad ogni trick chiuso il boato si alzava da parte di tutti gli altri.


Markus Eder ha lasciato tutti a bocca aperta!


Jacopo Galli e Raffaele Cusini organizzatore del Tribols

Durante la giornata se ne sono viste veramente di tutti i colori, da chi chiudeva tutti e 4 i kiker perfetti a chi andava un po lungo a chi andava un po corto e ci rimetteva il labbro. Dopo un paio d’ore poi i trick sono diventati sempre più tecnici e dunque si è cominciato a vedere i vari back flip e front flip rotazioni cork e anche flatspin.


Triple jump alla Tribols Session


Tobias Vinatzer

Dopo un breve pranzo al rifugio in quota poi il tutto si è spostato in paese all’interno di un boschetto, dove Raffa e co. avevano preparato un mini park con due box in salita, uno che portava su una pianta e un a che sgappava da due rocce e un tubone in discesa. Dopo un paio di birre anche li i trick sono piovuti a raffica e dopo aver chiuso un po tutte le strutture i rider hanno perso il controllo provando 630 in sul tubone in discesa e misty 5 out dal gap del box.Alle nove poi siamo scappati a cena e dopo esserci ripresi e fatto una doccia tutti al party! Prima tappa al Roxy dallo Steffo dove dopo aver trovato un paio di bigliettini sparsi per il locale ci meritiamo il nostro boccale da tre litri. Dopo poco tempo poi la serata continua all’homeliwood per poi finire a farci una pasta nel bar di un albergo.


Scene di ordinario party a Livigno

Domenica al nostro risveglio ci siamo trovati davanti un’altra giornata stupenda e dopo una veloce colazione eccoci tutti in direzione Mottolino, logicamente tutti vestiti old school. Le perle erano parecchie dalle tute intere, magari fucsia fluo, alle ghette portate su dei jeans ascellari, dagli occhiali a specchio al walkman!!!


La mania anni 80 dilaga anche fra i freeskiers

Una volta in park, dopo un paio di giri per smaltire il party della sera prima, i rider hanno cominciato a girare e dunque via con dei super schifty e con dei gran cosacco. Dato che non tutti erano vestiti old school, c’è stato anche il tempo per vedere dei super trick, e qui Markus Eder ha fatto esultare tutti gli skier e tutti gli snowboarder presenti in park chiudendo un paio di volte swich cork 1440 nose grab.


L’inevitabile session di trick old school!

Dopo un pranzo veloce eccoci di corsa scendere e correre dal Carosello per andare a fare le ultime curve e gli ultimi trick, e mentre noi pensavamo a mantenere il nostro spirito old school, Markus portava in alto il vero spirito new school atterrando un 630 out dal box in salita del Carosello. Finite le session in park c’è rimasto giusto il tempo per fermarci in rifugio a bere qualcosa e salutarci, augurandoci di poter ripetere presto un week end come questo.


Mathias Fabro durante la night session


Raffaele Cusini fa gli onori di casa nella wood session

Un ringraziamento va a Raffaele Cusini per l’organizzazione e ai comprensori Mottolino e Carosello per la disponibilità.

clicca qui per la photo gallery completa

Txt & pix: Pomp andreapompini.com