Pubblicità
Home Windsurf News Un anno di Sa Barra
Pubblicità

Un anno di Sa Barra

0

Duecentodiciotto. Un numero che a molti potrebbe dire poco, ma che per gli amanti del vento, per chi viaggia sempre a caccia della condizione, per chi vive di questa continua ricerca dell’adrenalina, non può restare inosservato. È il numero di uscite del 2012 presso il Windsurfing Club Sa Barra, centro aperto da Gigi Madeddu nel 2010 nell’Isola di Sant’Antioco, al sud della Sardegna. 218 volte in acqua a planare, spesso (molto spesso) con vele inferiori alla 5,0. E non uscite qualsiasi, di quelle che spesso non riesci a smettere di raccontare. Ed è lui stesso a darci delucidazioni su questa incredibile statistica. Leggiamo insieme.

Gigi:
Sono ormai circa 10 anni che frequento assiduamente Sa Barra. Anzi a dir la verità, dopo l’apertura del club, vivo direttamente sullo spot. Ho sempre avuto l’idea di contare i giorni di vento planabili in un anno. Il primo gennaio 2012 ho così deciso di tenere un calendario dove ho annotato per tutto l’anno le giornate ventose. La vela più grande che personalmente utilizzo è la 5.3 e tavola freestyle 99 lt. Ecco a voi il calendario di sa barra 2012:

Gennaio 19 uscite
Febbraio 17 uscite
Marzo 18 uscite
Aprile 20 uscite
Maggio 18 uscite
Giugno 22 uscite
Luglio 21 uscite
Agosto 14 uscite
Settembre 17 uscite
Ottobre 20 uscite
Novembre 10 uscite
Dicembre 19 uscite
Totale 218 uscite

Il quadrante occidentale, come direzione, del vento è quello dominante con circa il 70% delle giornate planabili. Come sempre il mese più negativo è stato novembre. La sorpresa in negativo di quest’anno, stranamente, è stata agosto che negli ultimi 5 anni si era espresso come uno dei mesi migliori, grazie anche al vento termico che rinforza al pomeriggio. Ma nel 2012 con i tantissimi anticicloni che si sono abbattuti sull’Europa anche il termico ha fatto qualche scherzetto.
Durante questo fantastico anno vari personaggi più o meno famosi sono stati ospiti del nostro spot. Oltre ai tantissimi atleti italiani, tra i quali ricordiamo Mattia Fabrizi, Jacopo Testa e Gabriele Varrucciu. Poi i giovani talenti della nostra Penisola: Giovanni Passani, Matteo Romeo, Rossel Bertoldo, Nicolò Tagliafico, Riccardo Marca e Federico Nesi, che hanno infiammato le acque dello spot durante tutto il periodo estivo. Promettenti, tenaci e coraggiosi, questi ragazzi iniziano a mettere nel loro curriculum qualche manovra di rilievo. Aspettiamo che maturino e ne vedremo delle belle!
Oltre agli amici nostri connazionali molti sono stati i rider provenienti da tutta Europa. Ha planato qui con noi gente del calibro di Adrian Beholz, atleta tedesco terzo nel ranking EFPT 2012 che ha passato 2 settimane a cavallo delle vacanze di Pasqua trovando tantissimo vento e bellissime condizioni, Tobias Lamprecht nel periodo natalizio.
Ciliegina sulla torta è stata senza dubbio la visita nel mese di giugno del CAMPIONE DEL MONDO FREESTYLE 2012 STEVEN VAN BROCHKOVEN!!!! B-72 ha frantumato i chop dello spot con la sua classe e la sua potenza esplosiva, lasciando il segno nei cuori dei frequentatori di Sa Barra con la sua semplicità e disponibilità. Vederlo veleggiare sulle acque di Sant’Antioco è stato davvero emozionante. Lui e la compagna Svetlana Martinova, anche lei rider Pwa, hanno condiviso con tutti la “tribù” di Sa Barra, calandosi perfettamente in una realtà fatta di sorrisi e arrostite tutti insieme.
Settembre è stato poi il mese di Andre Paskowski, un ragazzo fantastico di cui sono fiero di essere grande amico. Andre, in vacanza con la famiglia in Sardegna, è passato a salutarci e non ha potuto resistere alla tentazione di fare windsurf con noi (ammettendo di aver fatto la sua più bella uscita dell’anno), ha fatto SUP in uno spot wave a 10 minuti da Sa Barra e dulcis in fundo, ha cenato con noi presso l’Hotel Stella del Sud a base di Malloreddus e Porceddu.
E Matteo Spanu? Come sempre ha fatto la sua presenza sopratutto durante il periodo estivo. In assenza di onde il mio caro fratellone di Oristano passa parecchio tempo al club facendo vedere a tutti il suo ottimo livello di freestyle e slalom.
Una citazione particolare la devo a Wolfgang Strasser, il nostro amico bavarese è il capitano di tutta la banda tedesca che ha planato insieme noi. Il suo buon umore e la sua costante presenza lo rende uno di noi a tutti gli effetti: quasi un sardo acquisito!
E come dimenticare i locals: Stefano Salemi, Fausat Mattana, Fabrizio Fozzi. E i locals acquisiti: Francesco Tedeschi, Simone Pierini e Giancarlo Ubalducci. Poi i gruppi del Windsurfing Club Valmadrera e iParassiti del Lago di Garda, che non fanno mai mancare la loro presenza nei mesi caldi.
Un ringraziamento va ai fotografi Michele Tagliafico, Emanuela Cauli e Salvatore Selis, che con le loro foto hanno riempito i social network durante tutto l’anno. Inoltre vorrei ringraziare i miei sponsor,  partner del Windsurfing Club Sa Barra: White Reef Distribution, Fanatic, North Sails, Arbeke, Hotel Stella del Sud che ci hanno supportato in tutti i progetti portati avanti dal club!
Grazie a tutti
vi aspettiamo a sa barra!!!!!!
gigi madeddu
www.windsurf-santantioco.com

Articolo precedentePaternoster Italian Gang
Articolo successivoWeekend di 4 Salti in padella @ Frassanito
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.