Home Mtb News Un’asta speciale per aiutare chi soffre

Un’asta speciale per aiutare chi soffre

0

Un’asta speciale per aiutare chi soffre

L ‘Asta benefica online in favore di “Proviamo insieme per l’handicap” con le maglie dei campioni di ciclismo nazionali ed internazionali, promossa dal meccanico Enrico Pengo, verrà prolungata fino al 22 Dicembre.

Si sono finalmente risolti i problemi al server che hanno condizionato l’apertura di “Regalo un sogno”, l’asta benefica online promossa da Enrico Pengo, meccanico di ciclismo della nazionale italiana e del team professionistico Lampre Merida. Da anni Pengo, apprezzato nel mondo del ciclismo e fuori, è legato all’associazione di volontariato “Proviamo Insieme per l’handicap”, promuovendone l’attività e lo sviluppo grazie ad iniziative di solidarietà. E, come lo scorso anno, viene riproposta l’asta online di beneficenza con le maglie dei più noti campioni di ciclismo nazionali ed internazionali.

Scusandosi con il pubblico che aveva già cominciato a fare le offerte, l’asta sul sito http://www.all1sport.com/aste verrà prolungata fino a domenica 22 Dicembre, per dare la possibilità a tutti di cercare di “conquistare” una delle 32 maglie dei campioni della stagione 2013 tra cui spiccano quelle di Philippe Gilbert, Peter Sagan, Alessandro Ballan, Ivan Basso, Cadel Evans, Joaquim Rodriguez, Filippo Pozzato e la Campionessa Mondiale mtb Julie Bresset.

L’Associazione di volontariato ” Proviamo Insieme per l’ handicap “, nata il 16 febbraio 1997 e diventata O.N.L.U.S. ( Organizzazione non lucrativa di utilità sociale ) il 7 novembre 2000, ha sede in Viale Venezia a Camisano Vicentino ( Vicenza ). L’ associazione coinvolge circa 100 volontari con lo scopo di aiutare portatori di handicap psichici e fisici, residenti nel Comune di Camisano Vicentino e nei paesi limitrofi, e le loro famiglie. Nel 2002 il Comune di Camisano concede, in comodato gratuito per 30 anni, una vecchia fattoria. L’ Associazione ristruttura a proprie spese, prima la Casa colonica, creando un centro occupazionale diurno per 30 ragazzi chiamato casa ” IL SOGNO “, poi dal 2009 la stalla e il fienile per farne una “Casa famiglia” per 10 persone.

Ilenia Lazzaro – Ufficio stampa