Home Ciclismo News UNESCO Cycling Tour: la Rinascita

UNESCO Cycling Tour: la Rinascita

0

UNESCO Cycling Tour: la Rinascita

Ritorna anche nel 2012 l’UNESCO Cycling Tour, la challenge che racchiude in sé quattro prove legate ad altrettanti siti italiani dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. Il circuito, nato nel 2010 e già riproposto nel 2011, ha scelto di dare una svolta ai suoi contenuti, andando a valorizzare gli scopi principali che si era prefissato. Innanzi tutto la creazione di un vero e proprio comitato, l’UNESCO Cycling Tour Commiteè: una ONLUS che gestirà direttamente il circuito. Si è resa necessaria questa scelta in quanto uno degli obiettivi dell’UNESCO Cycling Tour, sarà quello di raccogliere fondi, tramite sponsor e altre iniziative, da devolvere per scopi di pubblica utilità rivolti alla valorizzazione e/o al recupero di Siti UNESCO. Cambia anche il regolamento per l’acquisizione del punteggio necessario al fine di entrare nella classifica finale, sia individuale che di società, e potere prendere così parte alla premiazioni di fine anno che si svolgeranno a Ferrara, sede della segreteria dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO; associazione che patrocina e sostiene l’UNESCO Cycling Tour, attualmente presieduta dal Sindaco di Assisi, Claudio Ricci. Queste le prove che comporranno il circuito nel 2012:

6 maggio – Granfondo della Vernaccia, San Gimignano (SI)

Iscrizione alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco: 1990

“Rappresenta un capolavoro del genio creativo umano. Porta una testimonianza unica di una civiltà esistente del passato e un eccezionale esempio di  un  complesso architettonico e paesaggistico, testimonianza di importanti tappe della storia umana.”

3 giugno – Granfondo Damiano Cunego, Verona

Iscrizione alla Lista Patrimonio Mondiale Unesco: 2000

“Per la sua struttura urbana e per la sua architettura, è uno splendido esempio di città che si è sviluppata progressivamente e ininterrottamente durante duemila anni, integrando elementi artistici di altissima qualità dei diversi periodi che si sono succeduti. Rappresenta in modo eccezionale il concetto della città fortificata in diverse fasi della storia europea.”

1° luglio – Granfondo Straducale, Urbino

Iscrizione alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco: 1998

“L’aspetto della città è giunto intatto fino a noi e rappresenta il vertice dell’arte e dell’architettura del Rinascimento, armoniosamente adattata al suo ambiente fisico e al suo passato medievale che ne fanno un luogo del  tutto eccezionale.

Durante la sua breve supremazia culturale, la città ha attirato alcuni dei più illustri eruditi e artisti del Rinascimento che hanno creato un complesso urbano d’eccezionale omogeneità, influenzando lo sviluppo culturale del resto d’Europa.”

9 settembre – Granfondo delle Cinque Terre, Deiva Marina (SP)

Iscrizione alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco: 1997

“Area culturale di eccezionale valore, che rappresenta l’interazione armoniosa tra l’uomo e la  natura cui si deve un paesaggio di straordinaria qualità e bellezza che illustra un tradizionale stile di vita, conservato per millenni.”
L’UNESCO Cycling Tour non prevede nessun tipo di abbonamento e ogni partecipante dovrà iscriversi secondo le procedure di ogni singola manifestazione. Una delle grandi novità di questa stagione è la “Griglia UNESCO”: versando una quota aggiuntiva all’iscrizione di 50 Euro per ogni manifestazione, oppure di 150 Euro per tutte le quattro manifestazioni, si avrà il diritto di partire in primissima griglia. Inoltre i sostenitori dell’UNESCO Cycling Tour riceveranno anche un simpatico omaggio. Altra novità, come anticipato, è il regolamento per l’assegnazione dei punteggi. Questo prevederà non solo il riconoscimento dei chilometri pedalati, ma anche un’attribuzione della distanza di provenienza e della spesa sostenuta nei siti UNESCO delle quattro prove durante tutto l’anno. Un circuito che ha scelto di valorizzare maggiormente il turismo e l’attenta scoperta dei Siti contemplati, piuttosto che le capacità ciclistiche dei singoli partecipanti. Il regolamento è ben spiegato sul sito del circuito all’indirizzo www.unescocyclingtour.it, online dal 15 febbraio. L’UNESCO Cycling Tour 2012 verrà presentato ufficialmente sabato 3 marzo a San Gimignano (SI) in occasione della presentazione della Granfondo della Vernaccia, che darà il via al circuito.