Home Running News Vittorie italiane nelle mezze della domenica

Vittorie italiane nelle mezze della domenica

0

Vittorie italiane nelle mezze della domenica

Domenica molto interessante per il calendario delle mezze maratone e delle gare nazionali, che inizia a prendere velocità in vista di un febbraio che si annuncia elettrico. Doppio appuntamento a Medea (Go) per la Maratonina delle Due Province che festeggiava il traguardo dei 15 anni. Nella mezza maratona (che andrà a costituire un particolare circuito con le prove di Gorizia e Pordenone) primo posto per Marco Moretton (Gs Aquileia) che in 1h11’50” ha staccato di 1’15” Daniele Ambrosi (Gm Gorizia) e di 1’33” Giuseppe Puntel (Atl.Carnia) realizzando una tripletta italiana in una prova fortemente frequentata dai vicini sloveni. Fra le donne prima Paola Dal Mas (Lib.Porcia) alla seconda vittoria in una mezza maratona nell’arco di una settimana dopo quella di Vazzola. 1h25’37” il suo tempo con 45” su Erika Granato (Pod.Fiamma Trieste) e 4’03” su Barbara Minetto (Azzano Runners). Arrivati in 271, mentre nella 30 km sono stati 119: qui rivincita slovena con Mirko Janjatovic (Kgt Papez Kamnik) primo in 1h49’48”, alle sue spalle Alberto Serena (Atl.Brugnera Friulintagli) a 2’57”, terzo un altro sloveno, Bostjan Jencic (Tk Smarnogorska) a 4’47” e questi tre sono stati gli unici a scendere sotto le due ore. In campo femminile prima Monica Zenarolla (Atl.Brugnera Friulintagli) in 2h12’36”, con appena 8” su Chiara Moras (Martesana Corse) e 1’51” sulla slovena Jana Kotar Ilijas (Dlt Filipides Nova Gorica).

Prosegue la serie di maratonine trevigiane senza classifica, domenica è stata la volta della 21esima Drio e Rive Meolo e Vallio a San Biagio di Callalta. Nella prova sui 21 km primato per Fabio Bernardi (Silca Ultralite) davanti a Fabrizio Paro (Idealdoor Lib.San Biagio) e l’azzurro di triathlon Massimo Cigana, fra le ragazze successo per Sara Cremonese (Due Mulini), podio completato da Caterina Chiaradia (Atl.Mirafiori) e Alessia Bragato (Atl.Gonzaga).

A Torre del Lago Puccini (Lu) alla decima edizione della Puccini Half Marathon possiamo considerare vincitori tutti i partecipanti e gli organizzatori stessi, in una domenica molto difficile dal punto di vista meteorologico anche a pochi km dalla sede di gara. La prova però è andata in porto senza il minimo problema e la vittoria ha premiato Andrea Gesi (Team Cellfood) che in 1h11’44” ha preceduto di 38” David Fiesoli (Asd Aurora Montale) e di 2’36” Mariano Bardaré (Team Cellfood). Fra le donne prima importante vittoria in Italia per la lettone dell’Atl.Montecatini Rasa Leleivyte, in 1h24’53”, con 1’0” su Elena Konstantos (Pol.Corsoi Italia) e 1’29” su Lorenza Banchetti (Atl.Ambrosiana). Il totale dei finisher è stato di 751.

A Roma record di partecipazione annunciato per la Corsa di Miguel, la prova sui 10 km dedicata al corridore desaparecido nell’Argentina della dittatura militare degli anni Settanta. La prova ha avuto la particolarità di essere stata vinta da… marito e moglie: il siepista azzurro delle Fiamme Gialle Yuri Floriani si è aggiudicato la prova maschile in 30’37”, stesso tempo del campione uscente Riccardo Passeri (Aeronautica), terza piazza per il nazionale algerino dell’Acsi Campidoglio Palatino Tayeb Filali a 2”. La prova femminile ha premiato la moglie di Floriani, l’azzurra di mezzofondo Angela Rinicella (Esercito) in 35’49” con alle sue spalle la ritrovata ex medagliata junior Adelina De Soccio (FF.GG.) a 47” e Alessandra Testa (Atl.Colosseo 2000) a 2’31”. I classificati sono stati ben 4.676.

Importante appuntamento anche per l’offroad con il Winter Trail dei Marsi disputato a Collelongo (Aq) sulla distanza dei 13,5 km e conferma per lo specialista marocchino Mohammed Lamiri (Tibur Ecotrail) che in 58’42” ha inflitto 2’58” all’ex azzurro Antonello Petrei (Inix Sport), terzo Massimo Antonelli, compagno di colori del vincitore, a 4’07”. Prima donna Rossella Cerretani (Atl.Montecassiano) in 1h20’04”, alle sue spalle Maria Teresa Cannuccia (Running Evolution) a 3’00” ed Elisa Gabrielli (Atl.Val Tavo) a 3’49”.

Hanno collaborato Federico Pasquali e Maurizio Forner