Home Surf How to Walid Moukadem in arte MCXN SURFBOARD
Pubblicità

Walid Moukadem in arte MCXN SURFBOARD

0

UNA PICCOLA STORIA NATA DA UN’IRREFRENABILE PASSIONE E DA UN INNATA VOGLIA DI FARE

A cura di Juri Porcu

Oggi vi raccontiamo la storia di un artista, un nostro amico di origini libanesi, che grazie alla sua grande passione per il mare e per il surf ha fatto della sua arte un lavoro.
La sua famiglia si stabilì in Senegal nel 1910, persone semplici che di professione facevano i commercianti e panettieri. Ma Walid, nato lì in Senegal, da piccolo si è subito appassionato all’arte iniziando a dipingere e disegnare, la sua più che passione era proprio un dono acquisito dalla nascita.
Si avvicina alle onde, come molti di noi, partendo dal bodyboarding, ma vivendo lontano dall’oceano doveva accontentarsi dei week-end trascorsi dai genitori lungo la costa, e la vera passione non usci fuori subito.

4surf-senegal-walid-moukadem-mcxn-surfboard-juri-porcu-47

A 17 anni Walid lascia il Senegal per aiutare economicamente la sua famiglia, siamo nel 1999. Da lì inizia il suo trascorso attraverso Paesi difficili dell’Africa come Gabon, Congo, Mauritania, Mali etc etc…oltre 10 anni trascorsi fra lavori di ogni tipo per aiutare la famiglia. Assorbito dal duro lavoro e con il desiderio di aiutare la sua famiglia si era dimenticato il suo obbiettivo, l’arte. Così nel 2010 ritorna nel Senegal, molto stanco e “perduto”, sentendo la necessità di rientrare nella sua terra madre.
Walid partì da cartoni e fumetti ma non trovò un modo per poter vivere di questo, quindi cercò la sicurezza economica in piccoli lavoretti continuando con l’arte per puro piacere. Iniziò a dipingere sui tavoli provando a venderli, ma non funzionò. Iniziò a fare lavori sul legno, tavoli, sedie, poltrone e molte altre cose solo per divertimento. Ma ecco che nel 2014, una settimana dopo il suo matrimonio, inizia a surfare. Sua moglie aveva iniziato nel 2013, un anno prima di lui, e fu lei che lo spinse in acqua.

4surf-senegal-walid-moukadem-mcxn-surfboard-juri-porcu-38

Il contatto col surf per Walid è stata una rivelazione. Cadde “malato per il surf”, tutto era straordinario e magico, sognandolo e pensandoci in continuazione. Trovò la sua passione. In pochi mesi cambiò rapidamente, migliorò il suo livello e all’acquisto della sua prima tavola per un livello intermedio dovette muoversi e cercare oltre il Senegal.
Nell’Ottobre 2014 Walid e sua moglie andarono in vacanza in Canada dove vive la famiglia di leri e lì trovarono un surf shop dove comprarono le prime tavole. Al  ritorno in Senegal la tavola di sua moglie si danneggiò e così Walid decise di aggiustarla cercando il modo migliore su internet.
In seguito pensò…perchè non dipingere sulle tavole? Quindi studiò i materiali di cui avrebbe avuto bisogno per farlo…e dipinse la sua prima tavola e quella di sua moglie.
Data la bellezza del suo lavoro il passaparola non tardò ad arrivare: altri surfer gli chiesero di dipingere le loro tavole e molto velocemente le persone iniziarono a conoscerlo.
Cominciò usando il suo garage come angolo per la surf art, poi un giorno, mentre stava surfando con la scuola di surf locale(Senegalsurfcamp) vide due pezzi di due tavole diverse e decise di provare ad assemblarli insieme per farne un’unica tavola. La cosa stranamente ebbe successo…la scuola di surf vide il suo lavoro e decise di dargli tutte le proprie tavole danneggiate al fine di ripararle.

4surf-senegal-walid-moukadem-mcxn-surfboard-juri-porcu-6

Un giorno arrivò il momento di cambiar tavola per sua moglie, perchè non si trovava bene con il proprio mezzo…quella fu la scintilla per partire con l’attività di shaper, costruendo una tavola adatta a lei ed alle onde del Senegal.
Walid contattò parecchi shapers di diverse nazioni (circa una cinquantina) ma ogni volta la risposta era negativa, finchè ottenne una risposta da un certo Alvaro Fernandez dell’Asturia, nel nord della Spagna.
Ed è nell’ottobre del 2015 che che per 4 settimane cominciò a lavorare disegnando le sue prime due tavole da surf, una per se ed una per sua moglie. Lei migliorò immediatamente con la nuova tavola e fu un enorme piacere per Walid vederla felice e soddisfatta in lineup. Dopo quel giorno piazzò un ordine in Europa e trasformò il suo garage in una shaping room.
Come molti shaper partì con riparazioni delle tavole, a titolo gratuito per i surfer locali che non avevano la possibilità di pagare (tuttora ripara vecchie tavole e le regala ai bambini che non hanno la possibilità per comprarle).

Le prime due tavole Walid le ha shapate per i riders del marchio MCXNboards, il suo brand  di tavole: uno è una leggenda locale (Kouka Ba) e l’altro un surfer fortissimo (Khadija Sambe). Da lì in poi è iniziata a crearsi la prima clientela e con essa la realizzazione di tavole da surf su misura, adeguate al livello del surfista ed alle condizioni Senegalesi. Comincia così la bellissima avventura di Walid!
Adesso il nostro amico sta lavorando ad otto tavole da surf per la scuola SenegalSurfCamp, l’unica scuola di surf Senegalese. I proprietari sono una coppia formata da Aziz Kane ( 100% Senegalese ) e Marta Imarisio (100 % Italiana). Loro sono i suoi migliori amici.
Con l’amico spagnolo Nikki Lauda ha avuto l’idea di collaborare con dei designer locali per realizzare sacche per le tavole in tessuto proveniente dall’Africa, e tutt’ora Walid ha molte idee che vorrebbe implementare.
Surfare in Africa ormai è una grande realtà in costante crescita, noi come Walid speriamo che sempre più surfisti si interessino alle sue tavole ed ai suoi lavori, nonostante la concorrenza sia molto forte e portata dai grandi marchi come Quicksilver e Rip curl (entrambi con scuola di surf in Senegal).
L’obiettivo di Walid è sviluppare il marchio MCXNboards e farlo crescere sempre con sfruttando il “made in Senegal”, realtà che rappresenta tavole africane per onde africane, parallelamente alla promozione della surf culture senegalese.
Walid è molto motivato e sta spingendo molto la scena surf locale, poichè il suo obiettivo è quello di aiutare un giovane local molto promettente ad arrivare ai prossimi giochi olimpici, ma senza uno sponsor la strada sarà davvero dura. Se ci fosse qualcuno interessato ad aiutarlo può scirvergli direttamente attraverso la pagina facebook: www.facebook.com/MCXNboards

E non dimenticate di seguire Walid ed MCXN boards anche su Instagram! >> www.instagram.com/mcxnboards

logo-azienda-walid