Home Windsurf News Windsurf Grand Slam – Pochi giorni alla manifestazione
Pubblicità

Windsurf Grand Slam – Pochi giorni alla manifestazione

0

Grandi atleti per il “Windsurf Grand Slam”

Quattro campionati nazionali con un ospite d’eccezione: Alberto Menegatti.

 Conferenza stampa Olbia WGS

SASSARI 28 maggio 2013 – Pochi giorni ancora e il mare di Coluccia si tingerà dei mille colori delle vele del “Windsurf Grand Slam”, con i suoi atleti, molti dei quali già vincitori di titoli windsurf nazionali, pronti a dare spettacolo. «Un grande parco giochi», così lo ha definito Stefano Pisciottu, presidente del Porto Liscia Club che ha organizzato l’evento, unico nel suo genere. In otto giornate infatti, dal 1° all’8 giugno, saranno ben quattro i campionati nazionali che si disputeranno nelle acque cristalline del mare che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio.

Freestyle, slalom, formula e raceboard e un evento dimostrativo di speed, saranno queste le discipline in programma.
La manifestazione, secondo le previsioni dell’Aicw Italia, associazione italiana classi windsurf, richiamerà oltre un centinaio di atleti, un record assoluto per la storia del windsurf italiano.
E tra questi ci sarà un ospite d’eccezione: si tratta di Alberto Menegatti, fresco vincitore nella disciplina slalom durante la tappa in Corea del PWA World Tour, la massima espressione mondiale del windsurf professionistico.
L’evento è stato presentato questa mattina, nella sede della Geasar di Olbia, alla presenza di Lucio Murru direttore commerciale dell’aeroporto Costa Smeralda, il delegato allo Sport per l’Ateneo turritano, Piero Canu, il prorettore Francesco Morandi preside della Facoltà di Economia e management del turismo di Olbia, del sindaco di Santa Teresa Gallura Stefano Ilario Pisciottu, dell’assessore al Turismo del Comune di Olbia Maarco Vargiu, del presidente del Club Porto Liscia Stefano Pisciottu (organizzatore dell’evento) e del comandante della Capitaneria di La Maddalena Luigi D’Aniello.
La manifestazione acquista così un ospite di “lusso” che si aggiungerà di certo agli altri atleti locali, desiderosi di tenere alti i colori della Sardegna nei quattro campionati nazionali.
Tra i possibili competitor, non potrà mancare uno dei padroni di casa di Coluccia, Stefano Lorioli, 36 anni origini milanesi e gallurese d’adozione, già campione italiano di freestyle nel 2009. Le sue acrobazie lasceranno molti a bocca aperta.
A fargli compagnia, con la sua squadra di giovani atleti, anche Francesca Alvisa, campionessa italiana di slalom, titolo conquistato nel 2010 e ancora in possesso della graziosissima atleta.
Potrebbe essere della partita anche Gian Mario Pischedda, 38 anni, campione italiano di wave che proprio sabato e domenica si è esibito tra le onde di Cala Pischina nel Nswc che ha visto arrivare primo Fabio Calò, già vicecampione wave nel 2012.
Non potrà essere della partita invce Gabriele Varrucciu, olbiese di 23 anni e campione nazionale di freestyle nel 2010. Un infortunio infatti lo terrà fuori dai giochi. Questo tuttavia non terrà il giovane atleta Iontano dai riflettori.
«La manifestazione si annuncia come la più interessante della stagione – afferma Stefano Pisciottu – con la previsione di mille persone al giorno in spiaggia, almeno 400 presenze tra  atleti, staff e accompagnatori. Per ora gli atleti iscritti regolarmente superano le 100 unità ma c’è ancora un discreto margine di adesione, poiché si stanno perfezionando ancora le iscrizioni. In qualsiasi caso – chiude il presidente del Porto Liscia Club – un record per il windsurf Italiano degli ultimi anni».
Il Windsurf Grand Slam diventa quindi anche un’occasione per riflettere sul «turismo sportivo che ha un giro d’affari che oscilla sugli 8 miliardi di euro, con una spesa pro-capite per sportivo di circa 590 euro. Si tratta di numeri – ha detto Francesco Morandi preside della Facoltà di Economia di Olbia – che potrebbero dare soddisfazione alla nostra realtà regionale». Sostenibilità, destagionalizzazione e promozione sono quindi elementi che vanno a braccetto con il turismo sportivo. Lo ha ribadito anche l’assessore al Turismo del Comune di Olbia, Marco Vargiu, secondo il quale lo sport ha anche grandi finalità sociali, così come il turismo.
Sull’opportunità offerta dal Windsurf Grand Slam anche il sindaco di Santa Teresa Gallura, Stefano Ilario Pisciottu, ha sottolineato come si inserisca in «un contesto ambientale di primo ordine, offriremo la nostra collaborazione per un’iniziativa che risponde a tutte le esigenze della Sardegna». Una collaborazione che è stata assicurata anche dalla Capitaneria di La Maddalena, «il windsurf come la vela – ha detto il comandante Luigi Daniello – sposano la sostenibilità, il turismo e il divertimento e sono attività che devono essere incentivate».

Lo spot di Coluccia, come la comunità dei windsurfisti chiama l’estremità occidentale di Porto Liscia nel nord della Sardegna, si trova in un ambiente incontaminato e famoso per le altissime percentuali di vento e per gli eventi nazionali e internazionali che vi si sono disputati. L’area offre un ambiente privo di strutture permanenti che conferiscono all’evento uno stile pienamente coerente coi valori caratteristici dello sport del windsurf: natura, bellezza, adrenalina.

Da cinque anni la località gallurese ospita ininterrottamente una tappa del campionato nazionale di freestyle, è sede della Ajo’ Classic, la più partecipata long-distance di windsurf in Italia. Ha ospitato per tre volte la tappa italiana del circuito europeo di freetsyle EFPT, oltre a un europeo e un mondiale juniores di freestyle.

Il Windsurf Grand Slam 2013 porterà sulla spiaggia che si affaccia sulle Bocche di Bonifacio un villaggio dedicato agli appassionati del windsurf, con spazi espositivi e di visibilità sia per le aziende che per i brand di settore.

Per questa competizione i windsurfisti italiani potranno contare sull’appoggio di istituzioni ed enti locali quali il Comune di Santa Teresa Gallura, la Provincia di Olbia-Tempio, l’Università degli Studi di Sassari che ha concesso il patrocinio, Sogeal, Geasar e un pool di sponsor che allinea Go Pro, Italica, Project Automation, Selin Firenze e Rider Sandals.

Ecco le discipline in programma

Freestyle

La più giovane e spettacolare disciplina del windsurf, con salti e manovre a pochi metri dalla spiaggia e pubblico in visibilio. Ha bisogno di un vento medio-forte.

Slalom

Una disciplina da gladiatori del vento che affrontano alla massima velocità un percorso su boe a eliminazione diretta. Anche in questa disciplina gli atleti hanno bisogno di un vento medio-forte.

Formula Windsurfing

La formula 1 del windsurf: tattica e velocità su un percorso di ispirazione velica con tavole che planano già con un alito di vento. Per questa disciplina è ideale un vento che soffia leggero e a media intensità.

Raceboard

La tradizione del windsurf: tavole con deriva e classi olimpiche per una categoria in cui la tattica attorno alle boe è tutto. E’ sufficiente un vento leggero.

Speed

Semplice: vince chi va più veloce. In un’area riservata gli atleti vengono misurati grazie a un sofisticato sistema Gps. Nel campo di gara gli atleti sfrecciano spinti da un vento di forte intensità.

 

Da sin Gabriele Varrucciu e Stefano Lorioli

 

Data: 1-8 Giugno 2013

Località: Coluccia, Porto Liscia, Santa Teresa Gallura (OT)

Discipline: Freestyle, Slalom, Formula Windsurfing, Raceboard, Speed

Website: www.windsurfgrandslam.it


AICW – Associazione Italiana Classi Windsurf, nata nel 1990, è l’organismo riconosciuto dalla Federazione Italiana Vela per il coordinamento dell’attività agonistica e promozionale del windsurf nel nostro paese. AICW organizza regate a tutti i livelli, internazionale, nazionale, interregionale e zonale e rappresenta l’Italia presso le associazioni e gli organi internazionali delle varie classi windsurf; lavora, infine, in stretto contatto con l’International Windsurfing Association, l’International Funboard Class Association, la Classe Internazionale Formula Windsurfing, la Classe di promozione giovanile T293 e la Classe olimpica RS:X.

 

Porto Liscia Club – Dal 1995 il Porto Liscia Club presso lo spot di Coluccia è il punto di riferimento per il windsurf in Sardegna e in Italia. Situato nel territorio del comune di Santa Teresa Gallura, orgogliosamente sardo, viene definito dal suo presidente Stefano Pisciottu “la migliore scuola agropastorale di windsurf nel mondo”.

Grazie alla perfetta posizione geografica sulle Bocche di Bonifacio, qui si trovano le migliori condizioni per la pratica del windsurf, in particolare col forte Ponente, capace di soffiare a oltre 60 nodi! Nel 2010 è entrato a fare parte dei migliori sport europei di windsurf – Europe’s Best Freestyle Windsurf Spots.

Articolo precedenteMadrid Longboards 2013
Articolo successivoFiji
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità