Huawei Watch GT Active Edition, nato per lo sport

La prova sul campo di uno smartwatch nato per gli appassionati che praticano sport a livello amatoriale e che cercano un design curato unito a una grande autonomia.

16/07/2019
scritto da Cristiano Guarco

Questo smartwatch nato per lo sport segna un fondamentale cambio di rotta per il brand cinese leader nel mondo della telefonia cellulare, infatti è basato su un sistema operativo proprietario dopo l’abbandono di Google Wear OS. Ci sono pro e contro, come vedremo nella nostra prova, con un grosso guadagno per quanto riguarda l’autonomia e dall’altra parte la scarsa disponibilità di app installabili. In ogni caso, considerato il prezzo di listino di 249 €, questo Huawei Watch GT Active Edition ha un forte appeal nei confronti dei concorrenti più diretti – Samsung Galaxy Watch e Apple Watch serie 4 – nel mondo degli smartwatch con cardiofrequenzimetro ottico che strizzano l’occhio al mondo degli sportivi. Un altro aspetto da valutare è l’elegante design unisex, all’insegna del minimalismo, che piacerà sia al pubblico maschile sia a quello femminile.

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

Sebbene il prezzo sia contenuto, questo orologio “intelligente” appare molto completo, in particolare se valutato con l’occhio dello sportivo: cassa in metallo satinato con ghiera anteriore in ceramica, impermeabile sino 5 atmosfere, perfetto per il nuoto; schermo Amoled ad alta risoluzione con perfetta visibilità all’aperto anche in condizioni di forte luminosità naturale (la manna dal cielo per i runner e i ciclisti); monitoraggio costante della frequenza cardiaca con tecnologia ottica proprietaria Huawei TruSeen 3.0, sia a riposo sia sotto sforzo; GPS integrato con supporto ai sistemi Glonass e Galileo; monitoraggio scientifico del sonno con altra tecnologia esclusiva Huawei TruSleep 2.0 per valutarne andamento e qualità; cinturino in resistente silicone con fibbia metallica.

Questi i dati tecnici nel dettaglio: schermo Amoled HD a colori da 1,39″ con risoluzione di 454×454 pixel, quadrante da 46 mm con spessore di 10,6 mm, sistema operativo proprietario Huawei, 16 Mb di RAM e 128 Mb di memoria interna, connettività Bluetooth LE con lo smartphone su cui installare l’app Huawei Health, peso di 46 g, prezzo consigliato al pubblico di 249 euro.

Design

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

La costruzione è di qualità, per materiali e finiture, segno che Huawei ha riposto grande cura nella progettazione e nella costruzione. L’ampio display da 46 mm (42 mm per la versione Watch GT Elegant Edition) strizza l’occhio a chi pratica sport, visualizzando le informazioni che servono in modo chiaro e immediato, complica anche la tecnologia Amoled con neri profondi e la risoluzione elevata. Lo smartwatch è comodo da indossare tutto il giorno, con un cinturino in silicone morbido (compatibile con quelli standard da 22 mm) e un peso complessivo contenuto. La tecnologia ottica per il rilevamento del battito cardiaco, integrata sul retro della cassa, non dà alcun fastidio, così come le minimali placche metalliche per la ricarica tramite la base con aggancio magnetico e presa USB.

Huawei Watch GT - smartwatch sport

Il lato sinistro del quadrante integra due pulsanti fisici, per interagire con lo smartwatch (oltre allo schermo touch): nessun gioco rilevato, anche a lungo andare, e buona sensibilità e precisione. L’impermeabilità è efficace, verificata durante le nostre sessioni di nuoto.

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

Funzionalità

Passando dal lato hardware a quello software, troviamo il sistema operativo proprietario di Huawei, pensato all’insegna del minimalismo e della semplicità. Risulta facile e immediato muoversi tra le schermate, interagendo tramite i pulsanti fisici e lo schermo sensibile al tocco. Ci sono varie schermate principali disponibili, selezionabili dopo aver premuto a lungo sul display, peccato che al momento della nostra prova non ne siano previste altre, accessibili da uno store dedicato, come avviene per Google Wear OS.

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

Agendo con uno swipe dall’alto verso il basso, si accede alle varie regolazioni, tra cui luminosità dello schermo e impostazioni più profonde dell’orologio. Invece con uno swipe da sinistra a destra si passa tra le varie schermate: battito cardiaco, monitoraggio del sonno, previsioni meteo (località preferite selezionabili manualmente), localizzazione GPS, altimetro, attività sportiva, ecc. La visualizzazione, per i dati relativi a posizione, quota e battito, avviene tramite grafici aggiornati in tempo reale e semplici numeri, come potete vedere nelle nostre immagini.

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

Ovviamente, sfruttando la connetività wireless con lo smartphone, si possono ricevere le notifiche con la possibilità di leggerle, peccato non poter interagire, gestendo il tutto – telefonate comprese – dal telefono. La parte più interessante è però quella sportiva, accessibile dal pulsante inferiore. Si sceglie l’attività – corsa, nuoto, bici, o triathlon con profilo specifico che rileva anche le transizioni tra una sessione e l’altra – e si inizia il tracciamento. Nel complesso si è rivelato preciso, sia per distanza sia per dislivello, un po’ meno per battito cardiaco: tende a eccedere sotto sforzo vicino alla soglia, ottimo invece a riposo e per frequenze intermedie (65-75%). Come sempre, è necessario sistemare perfettamente l’orologio al polso, con un’aderenza costante per ottenere la giusta precisione, che in ogni caso non è all’altezza di prodotti specifici per lo sport e l’outdoor di marchi leader nel settore (Garmin ad esempio).

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

La sessione di allenamento registrata è sincronizzata in tempo reale con l’app Huawei Health preinstallata (disponibile per Android e IOS) sul proprio smartphone, che visualizza anche altri dati rilevati continuamente, dai passi alla quantità e qualità del sonno. Non è possibile esportare gli allenamenti, ma è comunque possibile interfacciarsi con servizi di terze parti come MyFitnessPal.

Huawei Watch GT - smartwatch Wear OS

Nel complesso le prestazioni sono molto buone, con un funzionamento fluido, senza incertezze, merito anche del sistema operativo leggero che porta anche a un altro vantaggio importantissimo: l’autonomia elevatissima, che può raggiungere le due settimane con una singola ricarica, avendo sempre attivo il monitoraggio del sonno e della frequenza cardiaca, con 90 minuti d’esercizio a settimana. Per un utilizzo intenso, con almeno quattro sessioni di allenamento a settimana (GPS attivo), è necessario utilizzare la comoda base di ricarica magnetica una volta ogni due giorni circa con un tempo di ricarica completa di circa due ore, decisamente accettabile. Per ottimizzare la carica è possibile spegnere lo schermo e attivarlo solo ed esclusivamente con la rotazione del polso, un approccio funzionale ma non immediato come un sistema always-on a basso consumo, con solo l’orario e la data visualizzate.

Per chi è

Huawei Watch GT - smartwatch sport

Siamo di fronte a uno smartwatch nato per il pubblico sportivo amatoriale, soprattutto runner e nuotatori, che possono trovare in questo Watch GT Active Edition un prodotto ideale per le proprie necessità. Lo schermo ampio e luminoso, il design elegante, la vestibilità comoda, l’autonomia elevatissima, la completezza nel rilevamento dei dati – compresi sonno e passi – sono di grande appeal per tutti, senza dimenticare l’ottimo rapporto qualità/prezzo. I limiti sono la precisione non eccelsa nel battito cardiaco e l’ecosistema limitato al momento in cui scriviamo, insieme all’impossibilità di scaricare direttamente la sessione d’allenamento in formato compatibile con le principali piattaforme.

Info: Huawei

Potrebbe interessarti anche

Commenti