Valli di Lanzo, trekking a 45′ di treno da Torino

Torna nel weekend del 7/8 settembre l’esperienza di turismo slow, con la novità di due trekking sindonici con accompagnamento gratuito

02/09/2019
scritto da Marco Melloni

Dopo l’esordio nell’ultimo weekend di giugno, sabato 7 e domenica 8 settembre torna la proposta di turismo green “Weekend nelle Valli di Lanzo”, inserita nel progetto sperimentale “Valli di Lanzo. La Palestra Outdoor di Torino”.

 

 

Novità di questo secondo appuntamento è l’invito a scoprire, attraverso due percorsi di escursionismo accompagnato, le diverse attrattive della Val d’Ala e della Valle di Viù (in particolare i loro percorsi sindonici e siti storici) utilizzando esclusivamente una combinazione di treno, navetta bus e passeggiate per raggiungere le destinazioni.

 

Dove e quando ci si trova

Punto di ritrovo e partenza sarà la stazione ferroviaria di Torino Dora (ore 8,43 o 9,43) sulla storica linea Torino – Ceres, che collega il centro del capoluogo alle Valli attraverso i due importanti poli dell’aeroporto di Caselle Torino Airport e della Reggia di Venaria.

Alla stazione di Lanzo salirà un accompagnatore che racconterà i percorsi della giornata fino all’arrivo a Ceres dove, presso il Piano Caricatore della Stazione, si potrà visitare la suggestiva mostra fotografica Imago – Il viaggio della Sindone, realizzata da Marco Ansaloni in collaborazione con National Geographic Italia: 27 scatti sulle tracce della Sindone da Gerusalemme a Torino che si riallacciano all’importante serie di rappresentazioni sindoniche che costellano il territorio da Ceres in località Voragno a Lanzo, Ciriè e Balme, simboliche ostensioni permanenti che parlano della profonda e storica devozione delle popolazioni alpine.

Da qui, i partecipanti si divideranno su due itinerari: il primo gruppo potrà proseguire nella Val d’Ala passando per Voragno e Pessinetto mentre il secondo gruppo andrà in Valle di Viù visitando Usseglio, Lemie e Forno di Lemie. Entrambi gli itinerari si concluderanno con una tappa a Lanzo dove gli escursionisti riprenderanno il treno per il ritorno a Torino. Le escursioni avranno una durata rispettivamente di 4 e 5 ore, su percorsi facili ma adatti a buoni camminatori.

 

 

Lo scopo dell’iniziativa

L’iniziativa ha lo scopo di far conoscere l’autentico spirito delle Valli di Lanzo, le tradizioni, la storia e i punti forti dell’offerta turistica locale, dotata di una rete ben strutturata di tracciati e sentieri per l’escursionismo a piedi, trekking in quota e percorsi accessibili a persone con disabilità, una vera e propria “palestra a cielo aperto” adatta a tutte le esigenze.

 

Un patrimonio culturale, quello delle Valli di Lanzo, che unisce arte, architettura e itinerari spirituali in un contesto naturale e paesaggistico di grande pregio e bellezza, composto da vivaci cittadine, santuari, chiese e cappelle, borghi rurali e montani, alpeggi e quasi un centinaio di laghi alpini sullo sfondo delle Alpi Graie, dominate dalle vette dell’Uja di Ciamarella e il Rocciamelone.

 

 

L’evento è promosso dalla Regione Piemonte e coordinato da VisitPiemonte con ATL Turismo Torino e Provincia, in collaborazione con GTT – Gruppo Torinese Trasporti, Consorzio Operatori Turistici Valli di Lanzo, GAL Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, Unione Montana Alpi Graie, Unione Montana di Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, CAI Sezione di Lanzo Torinese e Associazione Tomeforwe onlus.

 

Programma dettagliato dei percorsi e il link a cui effettuare la prenotazione su turismotorino.org e visitpiemonte.com

Informazioni: 0125/618131

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti