Pubblicità
Home Running News ASICS e il TRIATHLON, stretto accordo pluriennale

ASICS e il TRIATHLON, stretto accordo pluriennale

0
KLAGENFURT, AUSTRIA - JULY 02: Jan Frodeno (C) of Germany competes in the run leg of Ironman Austria on July 2, 2017 in Klagenfurt, Austria. (Photo by Lennart Preiss/Getty Images for Ironman )

Dal 1° marzo ASICS porta  ufficialmente al proprio dito l’anello di un ennesimo accordo internazionale, che la vedrà per i prossimi anni ai vertici del triathlon mondiale. Si tratta di un accordo globale  con l’ITU, ovvero l’International Triathlon Union.

Jan Frodeno a Klagenfurt, Austria, durante l'Ironman vittorioso con ai piedi ASICS (Photo by Lennart Preiss/Getty Images for Ironman )
Jan Frodeno a Klagenfurt, Austria, durante l’Ironman vittorioso del 2 luglio 2017, con ai piedi ASICS .(Photo by Lennart Preiss/Getty Images for Ironman )

ITU, UN PIANO STRATEGICO FINO AL 2021

L’accordo di partnership globale tra ITU e ASICS, ha come obiettivo quello di sviluppare nel migliore dei modi la triplice disciplina, sia strategicamente, che nello sviluppo di materiali e tecnologie innovative.

PIU’ FORZA ALLE FEDERAZIONI NAZIONALI

Tra le aree chiave di interesse del programma è previsto un maggiore potenziamento delle federazioni nazionali, con aiuti a raggiungere i propri obiettivi con più autonomia e con una assistenza mirata verso le federazioni nuove ed emergenti. Nelle regioni in cui il triathlon deve ancora affermarsi, l’ITU si sta impegnando per rafforzare le federazioni nazionali, offrire leadership strategiche e promuovere lo sport a tutti i livelli. Nelle aree in cui il triathlon è già forte, l’ITU consoliderà i programmi esistenti e si assicurerà che le federazioni nazionali abbiano tutto ciò che serve per continuare a portare alla luce nuovi talenti e per assicurare agli stessi le condizioni e l’equipaggiamento perché possano migliorare le proprie prestazioni. Grazie a queste solide basi, la promozione di competizioni, lo sviluppo e la ricerca del talento, la formazione degli allenatori, insieme al personale tecnico e amministrativo, avranno la certezza di poter migliorare.

LA PAROLA A ASICS E ITU

“Siamo emozionati all’idea di poter sostenere l’ITU in qualità di Global development Partner,” ha dichiarato Motoi Oyama, Chairman, President & CEO di ASICS Corporation. “Noi di ASICS ci impegniamo per cercare di migliorare la vita attraverso lo sport aiutando gli atleti di tutto il mondo a muoversi e provare i benefici dell’essere più forti, più felici e ogni giorno più in forma.”

“L’ITU è contenta di dare il benvenuto ad ASICS come nuovo partner globale nello sviluppo del triathlon e continuare a favorire lo sviluppo del nostro sport in tutto il mondo in previsione del ciclo olimpico di Tokyo 2020 e oltre” ha dichiarato il Presidente dell’ITU e membro del CIO Marisol Casado. “Il piano di sviluppo strategico 2018-2021 è disegnato per proseguire con l’attuale trend crescente del triathlon e questa partnership ci permetterà di migliorare ancora la nostra ricerca.”

PER SAPERNE DI PIU’

 

Articolo precedenteLE CUFFIE PLANTRONICS distribuite nei migliori negozi da iPerGO
Articolo successivoWSL Award: premiati i migliori surfisti del Mondo
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità