Home Windsurf Test #4windsurf test2018: tavole freeride e freerace
Pubblicità

#4windsurf test2018: tavole freeride e freerace

0

FANATIC GECKO 120
Il Gecko è una tavola freeride fatta per essere facile e divertente, adatta per progredire, imparare la virata e la strambata, e planare in totale facilità. User-friendly dicono in Fanatic, infatti appena ci si sale si capisce immediatamente cosa intendono: facile, confortevole che ti segue di pari passo nei tuoi progressi fino a quando non avrai chiaro se ti piace più fare manovre o andare veloce. Lei fa tutto ciò che chiedi aiutandoti il più possibile. A livello costruttivo ha trasmesso a tutti l’idea di essere ben solida pur rimanendo piuttosto leggera, cosa decisamente importante per questo tipo di tavole.

RRD FIRERIDE 135 LTD
Freeride dalle linee classiche ma con tecnologie moderne, fatto per divertire ed essere semplice e controllato in ogni situazione, stramba bene, veloce il giusto. Una tavola che va bene per imparare ma anche per surfisti esperti. La sua costruzione in LTD è decisamente il punto di forza, carbonio in coperta e fibra di vetro sul fondo per renderla leggera, rigida ma anche resistente ad un uso non esperto. Questa tavola poi è dotata di Foil Box che permette di convertirla in tavola da foil nei giorni di vento leggero. Esteticamente poi si sa che Roberto Ricci non si risparmia sfoggiando livree accattivanti in puro italian-style.

 

JP ALL RIDE 116
Il JP All Ride ha ottenuto pareri contrastanti durante i test, c’è chi l’ha amata e chi meno. È una tavola freemove col pallino per la velocità, in realtà i campi in cui ha brillato sono la velocità in andatura e il comportamento in strambata, mentre è meno indicata ad intraprendere qualche manovra. Una tavola piuttosto diretta sotto i piedi e forse per questo non ha colpito a livello di confort generale. Sembra voglia mantenerti sempre concentrato quasi fosse una tavola più piccola. Si adatta certamente ad un pubblico esperto e dinamico. La costruzione JP ha lasciato tutti senza dubbi alcuni: l’idea è quella di una tavola solida e ben fatta. Esteticamente in linea con le altre tavole della collezione JP 2018.

1
2
3
4
Articolo precedenteClick on The Mountain, ecco i vincitori
Articolo successivoAlterego, il nuovo brand di tavole ecologiche
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità