Pubblicità
Home Running Test ALTRA Paradigm 5 testata da Cristiano Guarco

ALTRA Paradigm 5 testata da Cristiano Guarco

0
ALTRA Paradigm 5 perfettamente a proprio agio tra le strade on/off scelte da Cristiano Guarco
ALTRA Paradigm 5 perfettamente a proprio agio tra le strade on/off scelte da Cristiano Guarco

Un nuovo test per 4running, con la collaborazione di Cristiano Guarco, già co-editor della testata 4bicycle e grande appassionato di running, che ha provato per noi l’ennesima drop zero, ovvero ALTRA Paradigm 5.

Sentiamo cosa pensa Altra di ALTRA Paradigm 5

Il comfort che desideri con un maggiore supporto. Con una struttura molto più leggera, Paradigm 5 ha molto da offrire. Intersuola Altra EGO™, massima ammortizzazione, maggiore comfort e un supporto imbattibile. È più leggera e veloce, e le sue caratteristiche innovative sono sempre a tua disposizione. GuideRail™ mediale e StabiliPods™ sostengono il tuo passo e favoriscono una corsa corretta e nel massimo comfort. Se vuoi più supporto, più comfort e desideri un look di tendenza con un peso ridotto, la Paradigm 5 è pronta a partire con te.

DESIGN

Altra ha rivisto profondamente il modello Paradigm, puntando a una scarpa ancora più performante. Una nuova tomaia con sistema Guiderail integrato è combinata con l’elastico chassis formato da intersuola Ego e suola Footpod con scanalature interne Innerflex. Questo, insieme alla maglia più tecnica con tessuto Strobel Last, migliora la calzata, il sostegno e il feeling nella corsa, ma anche il look.

ALTRA Paradigm 5 perfettamente a proprio agio tra le strade on/off scelte da Cristiano Guarco
ALTRA Paradigm 5 e la sua punta arrotondata caratteristica del brand americano

FINITURE

Di assoluto pregio, come da tradizione Altra.

CHIUSURA

Il sistema di allacciatura è classico, con stringhe solide e linguetta ampia e fasciante.

ALTRA Paradigm 5 perfettamente a proprio agio tra le strade on/off scelte da Cristiano Guarco
Il tallone stondato di ALTRA Paradigm 5 per agevolare l’ingresso di tallone a ritmi bassi

IMPATTO INIZIALE

I primi 10 secondi in cui si infila il piede in una scarpa nuova sono fondamentali per suggerirci l’eventuale acquisto. Vediamo come le ALTRA Paradigm 5 si sono comportate ai piedi di Cristiano Guarco

Cristiano Guarco in piena azione prova l'ingresso di tallone della nuova ALTRA Paradigm 5
Cristiano Guarco in piena azione prova l’ingresso di tallone della nuova ALTRA Paradigm 5

ALTRA Paradigm 5 si propone da subito come la soluzione ideale per il runner “neutro” da lunghe distanze su strada che cerca una calzabilità comoda, un’ammortizzazione intelligente, e un controllo nella media. La più recente versione della serie Paradigm, con il suo inconfondibile design con avampiede largo e la piattaforma “zero drop”, è una scarpa morbida e ammortizzata, con un’elevata stabilità sui chilometraggi importanti, con straordinarie caratteristiche di assorbimento degli urti ed elasticità complessiva.

Cristiano Guarco in piena azione prova l'ingresso di tallone della nuova ALTRA Paradigm 5
La suola della nuova ALTRA Paradigm 5

COMFORT

La nuova Paradigm 5 si adatta perfettamente al piede, sin dalla prima calzata. La dimensione è leggermente più ampia dal tallone sino all’arco del puntale. Come tutte le altre scarpe Altra, ha un avampiede spazioso che permette alle dita di flettersi e divaricarsi in tutta libertà, caratteristica apprezzatissima dagli estimatori del marchio.

TRASPIRABILITÀ

Ottimo il lavoro svolto dalla nuova maglia della tomaia in fatto di ventilazione e termoregolazione, sebbene non sia sottilissima.

GRIP

La presa del battistrada è decisa sull’asfalto in ogni fase dell’appoggio, con un’ottimale propulsione avvertibile soprattutto nella fase di stacco della falcata.

STABILITÀ

Paradigm 5 offre una grande stabilità grazie al sistema GuideRail mediale e ai caratteristici StabiliPod leggermente più solidi rispetto all’immediato passato. Questi definiscono tre zone di equilibrio per il piede del runner durante il naturale ciclo della sua andatura.

PROTEZIONE

La scarpa ha un rinforzo interno sul tallone e un inserto supplementare per la stabilizzazione, integrati con la parte posteriore dell’intersuola. Questo, insieme alla forma più arrotondata, aiuta ad ammorbidire gli atterraggi, a ridurre i movimenti scomodi o il naturale rotolamento verso l’interno dopo l’impatto con il terreno.

CAPACITÀ DI AMMORTIZZAZIONE

La sensazione nella falcata è di una grande morbidezza, senza però sconfinare nella mollezza. L’interno dal morbido rivestimento fornisce un’ulteriore sensazione di ammortizzazione per il retro e meso piede.

Quando si spinge su distanze importanti, si ha bisogno di un’imbottitura sia comoda sia stabile, oltre che di una risposta precisa dal giusto equilibrio tra controllo e libertà del puro gesto atletico. La nuova edizione della Paradigm non pecca in aspetti fondamentali come questi, con una sensazione di una scarpa energica, dal rimbalzo moderato, giustamente morbida.

CONSIGLIATA…dai 10K sino alla Maratona!

…i runner che corrono un sacco di chilometri, che hanno bisogno e desiderano una risposta solida. Gli estimatori di Altra, soprattutto quelli che hanno utilizzato le edizioni precedenti della Paradigm, ameranno totalmente questa scarpa. La nuova Paradigm 5 è lo strumento ideale per le corse su distanze medio-lunghe, oltre a presentarsi come una soluzione funzionale agli allenamenti di recupero, abbastanza leggera ed energica per approcciarsi con soddisfazione dai 10 km sino alla maratona.

Articolo precedenteEnduro World Series arriva la tappa di Crans Montana
Articolo successivoAlpFrontTrail, una gallery lunga 860 Km
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità