ARVA® ha presentato a ISPO il suo nuovo EVO5

0

EVO5: ARVA® concentra la sua esperienza in un dispositivo ultra compatto.

Il marchio Francese ARVA® continua a rinnovarsi nei rilevatori di vittime da valanga con l’EVO5 presentatoa ISPO Munich. Intuitivo e performante, l’EVO5 sorprende prima di tutto per la sua dimensione compatta.

 
L’EVO5 è il più piccolo A.R.T.V.A mai concepito dal marchio ARVA. Con appena 11 cm di altezza e 7 cm di larghezza è tra i rilevatori più compatti del mercato. Il suo formato e il suo peso piuma di soli 170 grammi, gli permettono di non ingombrare, senza trascurare la performance in caso di situazione di urgenza.

Piccolo ma performante 
Nonostante la sua dimensione compatta, l’ultimo nato della gamma ARVA offre performance degne di un dispositivo più grande: 50 m di larghezza della banda di ricerca, funzione di marcatura delle vittime e gestione delle interferenze legate agli smartphone e altri apparecchi elettronici assolvono perfettamente questo compito. Il Ritorno Automatico in emissione, in caso di seconda valanga, assicura un livello di sicurezza ancora più elevato. Il controllo di gruppo e l’indicazione di “inversione a U” completano le funzioni che facilitano l’utilizzo del dispositivo.
Design ed ergonomia
Il design e l’ergonomia del dispositivo sono stati gli obiettivi fin dall’inizio dello sviluppo dell’EVO5, per rendere la maneggiabilità semplice e intuitiva. Il cursore a 3 posizioni, lo schermo extra-large e il tasto di marcatura centrale offrono una maggiore maneggevolezza del dispositivo durante la ricerca.
Articolo precedenteVibram e La Sportiva insieme per il Gold Award
Articolo successivoGSG firma la Fausto Coppi Officine Mattio 2019
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui