Home Running Eventi Azzurri in partenza per Zurigo

Azzurri in partenza per Zurigo

0

L’Italia dell’atletica è pronta per Zurigo. Oggi a Roma, la squadra azzurra si è radunata presso il Circolo del Tennis del Foro Italico, alla vigilia della partenza per i Campionati Europei in Svizzera. 81 in tutto gli atleti (48 uomini e 33 donne) che, dal 12 al 17 agosto, affronteranno l’edizione numero 22 della rassegna continentale. A dare il loro il saluto una presenza d’eccezione come quella dell’ex primatista mondiale di salto in alto Sara Simeoni, l’olimpionica del secolo: “In mezzo a voi ci sono atleti d’esperienza che sicuramente sapranno essere una guida per i più giovani che per la prima volta vestono la maglia della Nazionale”. Il martellista Nicola Vizzoni in tal senso si prepara a vivere la sessantaduesima presenza in azzurro e le sue di fronte ai compagni di squadra sono le parole di un vero capitano: “Dovremo andare tutti in gara senza paura di niente e di nessuno. La maglia che indossiamo non rappresenta solo l’Italia, ma anche il lavoro e la passione di tutti coloro, atleti e tecnici, che sono rimasti a casa. Abbiamo il dovere di renderli orgogliosi di noi!”. Nel corso della serata si susseguono momenti di grande emozione come la presentazione di cinque delle otto matricole del team italiano: l’ostacolista Lorenzo Perini, i mezzofondisti Soufiane El Kabbouri e Marouan Razine e gli staffettisti Federico Ragunì e Roberto Severi. Un giorno che ricorderanno bene, visto che con loro a pronunciare la formula del giuramento c’erano anche la Simeoni, Vizzoni e il presidente FIDAL Alfio Giomi che ha dato così la carica alla squadra: “A Zurigo dovremo dare l’immagine di una Nazione in grado di lottare nel momento che conta di più. Non voglio pensare ora al conto delle medaglie, ma è chiaro che sarà importante metterci l’anima e saper sfoderare la propria migliore performance. E’ una grande responsabilità della quale tutti dobbiamo sentirci investiti anche per rispetto dell’intero mondo dell’atletica italiana che rappresenteremo agli Europei”. A portare il saluto del CONI ci ha pensato il membro di giunta Fabio Sturani, mentre per la FIDAL sono intervenuti anche il Direttore Tecnico Organizzativo Massimo Magnani, i vice presidenti Mauro Nasciuti e Vincenzo Parrinello e il segretario generale Fabio Pagliara.

Come da rito, la foto di gruppo con le nuove divise ASICS sulle quali ora spicca anche il logo UnipolSai Assicurazioni, sponsor di maglia che per i prossimi tre anni accompagnerà la squadra azzurra e che per l’occasione è stato rappresentato da Gianmaria Restelli,responsabile Sponsoring della compagnia assicurativa. Tra gli atleti in partenza da Roma per la rassegna continentale il campione europeo di Helsinki 2012 (nonché bronzo olimpico di Londra 2012) Fabrizio Donato, la primatista italiana dei 400 metri Libania Grenot, la primatista italiana dei 20km di marcia Eleonora Anna Giorgi, il campione europeo indoor del triplo a Goteborg 2013 Daniele Greco, ed ancora la primatista dei 400hs Yadisleidy Pedroso, il marciatore Giorgio Rubino, le mezzofondiste Margherita Magnani e Federica Del Buono e l’argento europeo dei 60hs Paolo Dal Molin.

L’in bocca al lupo, però, è andato anche alla Nazionale che affronterà gli Europei paralimpici di Swansea (18-23 agosto) con l’intervento del presidente della FISPES Sandrino Porru che ha dichiarato “Iniziative come queste fanno parte di un percorso comune e rimarcano l’appartenza alla grande famiglia dell’atletica. È lo sport che ci caratterizza, non la condizione fisica e/o sensoriale nella quale ciascuno si può trovare nel corso della propria vita. Ognuno di noi è una risorsa importante e può far gioire gli altri delle proprie conquiste e vittorie, o offrire sostegno nei momenti in cui siamo posti alla prova, magari in occasione di dure ma sane sconfitte sul campo. È importante proporre dei percorsi sportivi paralleli in cui FISPES e FIDAL possano lavorare congiuntamente nel territorio per offrire nuove opportunità a tanti ragazzi, anche disabili, che vogliono avvicinarsi al mondo dell’atletica. La storia di Assunta Legnante è in questo caso esemplare, una grande campionessa che è riuscita a tornare nuovamente competitiva in ambito paralimpico.” Tra i presenti alla cerimonia di saluto a Roma, diversi componenti della compagine azzurra in partenza per la Gran Bretagna il 16 agosto: Martina Caironi, Oxana Corso, Emanuele Di Marino, Giacomo Poli e  Ariola Dedaj. Si è invece collegata telefonicamente Annalisa Minetti, bronzo paralimpico dei 1500 e campionessa mondiale degli 800 metri per la categoria T11, che non ha voluto far mancare il suo sostegno agli azzurri.

Ufficio stampa Fidal