Barefoot walking con le Pure Freedom di Meindl

0

Meindl lancia “Pure Freedom” un nuovo modello leggerissimo che lascia totale libertà alla camminata, proprio come nel “barefoot walking”.

Camminare a piedi nudi è una filosofia di vita: un intero filone di trekking, il “barefoot hiking” approccia i boschi sulle proprie piante dei piedi, per entrare in armonia totale con la Natura e aumentare la ricettività sensoriale attraverso il contatto con il terreno e le sue caratteristiche tattili. È quanto si consiglia di fare con i bambini piccoli, in modo da permettere loro di esplorare e conoscere il mondo. Perché gli adulti dovrebbero privarsi di questa sensazione?

Per chi desidera un approccio armonico con la camminata senza rinunciare alla protezione offerta dalle calzature, Meindl ha sviluppato un modello completamente nuovo per la collezione PE 2020: Pure Freedom. Questa “pura libertà”, come dice il nome stesso, è legata alla costruzione ultraleggera di una calzatura ad alto valore sensoriale, che dona al piede libertà di movimento e grande flessibilità, dalla tomaia alla suola. Di fatto la scarpa può letteralmente arrotolarsi su se stessa come se fosse una chiocciola!

La suola Vibram® “Lite Base” anti-scivolamento permette un grip estremamente maggiore rispetto alla pianta del piede, proteggendola dalle asperità che potrebbero provocare dolore ma regalando una sensazione tattile simile alla camminata a piedi nudi, come una seconda pelle. La tomaia è realizzata in tessuto mesh ultra-morbido, che si rivela una coccola per il collo del piede, con allacciatura regolabile per una perfetta aderenza.

Le Pure Freedom sono prodotte sia in versione maschile che femminile, con tre varianti cromatiche ciascuna; oltre ad essere totalmente flessibile, questo modello è caratterizzato da un peso estremamente contenuto, di soli 120 gr per la versione donna e 135 gr per l’uomo.

La Pure Freedom è un tipo di calzatura ideale per viaggiare, come seconda scarpa da montagna e per la vita di tutti in giorni, anche in città.

Articolo precedenteDT Swiss Spline 1200: il carbonio per ogni gusto
Articolo successivoConosciamo meglio i perni passanti delle bici road
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui