Home Running Eventi Borghesi fa poker alla 5 Ville

Borghesi fa poker alla 5 Ville

0

Ha ballato in un locale riminese fino alle 3 e mezzo di mattina con gli amici della sua scuola di ballo, il Club Latino, ma poche ore dopo Gianluca Borghesi s’è presentato al via della 5 Ville per vincere per la quarta volta (record) la podistica più caratteristica di tutta la Romagna. La cronaca. Al via del 44° Cross dell’Albana Docg (13 km con 2.413 iscritti, di cui 428 competitivi), in testa ci va un gruppetto dove si distinguono Berhamdane, il marocchino di stanza a Savignano, il riminese Borghesi, il cesenate Del Priore, il rocchigiano Lucchese, il ferrarese Magagnoli e D’Asaro,militare siciliano da anni accasato a Rimini, dove divide l’abitazione proprio con Borghesi. Asciutto, poco alto e molto leggero (pesa solo 41 km), Berhamdane prende il comando del gruppo lanciato nella lunga discesa verso la pianura acquistando un vantaggio di un centinaio di metri su Borghesi, che sornione aspetta il momento buono per andare all’attacco. Che si presenta nella lunga salita che riporta nel caratteristico borgo affacciato sulla Romagna. E una volta passato in testa il chimico con la passione del ballo latino, dell’apicoltura ma soprattutto di podismo, continua a spingere per concludere la sua fatica in piazza della Libertà con il tempo di 45’10”. Ventiquattro secondi dopo è la volta di Berhamdane, mentre Magagnoli accusa un ritardo di 1’22”.

“Sapevo che Rachid non è fortissimo in salita –ha spiegato all’arrivo Borghesi – così l’ho seguito senza lasciarlo andar via e l’ho ripreso a Villa Monsignani”. Dal canto suo Berhamdane pensa di aver dato tutto: “Sono rientrato venerdì dal Marocco e sabato ho gareggiato a Modena nella Corrida di San Geminiano, dove non sono andato benissimo. Mi ci vorrà qualche settimana per carburare bene”.

Fra le donne comanda la marchigiana Roberta Belardinelli fino a Villa Paradiso, grosso modo metà del percorso, dove dalle retrovie arriva di gran carriera Elena Briganti, 24enne forlivese, che vince in 56’42”. Fisioterapista, dedica la vittoria a Cecilia Silvestroni, compagna d’allenamenti ferma per problemi fisici. Sul podio Belardinelli (a 37”) e Gazi (a 47”). Nelle categorie successi di D’Asaro (46’39”), Sacchetti (47’51”), Gorini (49’39”) e Accalai (55’37”).

Massimo Luotto – Resto del Carlino