Bronzo europeo, la Betto non tradisce

1

Un solo aggettivo: straordinaria. La stagione di Alice Betto ha preso davvero una simile piega, con l’azzurra che a neanche una settimana dallo storico terzo posto delle World Series a Leeds ha conquistato un altro podio agli Europei di Kitzbuhel, dimostrando di aver grandi capacità di recupero. L’impresa austriaca, per come è nata, ha connotati ancora più indicativi dell’eccezionale carattere della triatleta delle Fiamme Oro, finalmente ripresa a tutti gli effetti dopo i problemi fisici che l’hanno tenuta ferma due anni.

La Betto ha affrontato la gara con piglio deciso uscendo dalla frazione a nuoto in terza posizione, a 30” dalla leader, la britannica Jessica Learmoth. Nella frazione ciclistica l’azzurra ha condotto l’inseguimento andando a formare in testa un quartetto con la Learmoth, l’altra britannica Coldwell (quarta nelle World Series di Yokohama) e la russa Gorbunova. Il lavoro in comune ha portato le quattro ad accumulare oltre 2 minuti di vantaggio al cambio.

Nella frazione di corsa le due britanniche hanno subito preso il largo mentre la Betto riusciva a staccare la Gorbunova, che scontava la fatica perdendo posizioni su posizioni. L’azzurra era chiamata a una vera e propria prova di resistenza con le avversarie dietro che macinavano secondi su secondi, ma ormai il traguardo era vicino e l’azzurra finiva terza in 1h58’31”, a 41” dalla vincitrice Learmonth e a 26” dall’altra britannica Coldwell con la ceka Vendula Frintova lasciata a 10”. Sesta a 57” dalla vetta la svizzera Jolanda Annen, vincitrice due settimane fa alla World Cup di Cagliari. Oggi la prova maschile.

Ancora un podio internazionale per la Betto (foto organizzatori)

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui