Pubblicità
Home Prodotti Scarpe BROOKS Transcend 6: l’ABC del running
Pubblicità

BROOKS Transcend 6: l’ABC del running

0

Transcend 6: l’ABC del running

La grande rivoluzione della tecnologia GuideRails continua sul Top di Gamma delle calzature Brooks

Ammortizzazione, Bilanciamento, Comfort, ovvero l’ABC del running. Sono queste le tre parole chiave che descrivono al meglio Transcend 6, la calzatura di Brooks che arriva ora alla sesta edizione completamente rivoluzionata da GuideRails, un sistema di supporto che ha segnato un passaggio epocale nel mondo delle calzature da corsa.

Il sistema GuideRails ha in breve tempo messo tutti i runner d’accordo, diventando un successo senza precedenti. Ma ci sono ci sono voluti anni e anni di sperimentazioni per giungere all’ultimo traguardo testato per la prima volta nelle Adrenaline GTS 19.

Partendo dal presupposto che non esiste un modo “giusto” di correre e che il piede è più “intelligente” di qualsiasi scarpa, GuideRails è strutturato per potenziare le funzionalità e movimenti naturali del corpo durante la corsa, adattandosi perfettamente al modo di correre di ognuno. Ma non è tutto qua, GuideRails offre un sostegno olistico che guarda tutto il corpo, e non solo il piede.

Tutto questo, e molto altro, viene applicato alla sesta edizione di Transcend che risulta essere ora l’A-B-C per tutti i runner, da chi ha degli schemi di movimento inalterati per tutto l’allenamento, i cosiddetti “neutri”, a chi ha degli schemi di movimento variabili e che rientrano nella categoria “support”. Vediamo perché.

A come Ammortizzazione

Grazie alla tecnologia DNA LOFT, Transcend 6 fornisce una favolosa sensazione di morbidezza alla pianta del piede, dal tallone alla punta. Il DNA LOFT è il sistema di ammortizzazione più morbido che si adatta alla falcata, al peso e alla velocità di ciascun corridore. In questo modo il runner beneficia della massima ammortizzazione senza perdere la reattività.

Il risultato è una corsa naturale e incredibilmente comoda.

B come Bilanciamento

GuideRails è un sistema di supporto “intelligente” e “full-body”. Intelligente perché si “attiva” soltanto nel momento in cui serve, funziona un po‘ come i paraurti nelle corsie del bowling, ci sono quando si ha la necessità di far scorrere la palla ma, allo stesso tempo, non intralciano se la palla va dritta.

Full-body perché protegge il runner dalla punta dei piedi alla testa, con una maggiore attenzione alle articolazioni che, si sa, soffrono maggiormente di sovraccarichi e sollecitazioni. L’obiettivo di GuideRails è infatti quello di ridurre l’eccessiva rotazione del tallone e della tibia e conservare la naturale libertà di movimento delle ginocchia, entro un margine di sicurezza.

Il risultato è un bilanciamento completo del corpo durante il proprio allenamento, senza forzature.

C come Comfort

La sensazione quando si indossa Transcend 6 è quella di piacevole morbidezza avvolgente. La calzata è felpata, la soletta interna in Ortholite® accoglie dolcemente il piede e la tomaia in mesh ingegnerizzata permette di avere una struttura elastica che si espande in base al ritmo della falcata. In più, il mesh in doppio Jacquard è progettato per garantire la massima traspirazione. Il risultato è un comfort assoluto.

Neutri, moderati o bisognosi di un supporto costante, Transcend 6 è indicata per tutti i runner che prediligono una corsa stabile e confortevole, a prescindere dal tipo di appoggio e dalle distanze che si desiderano percorrere.

Articolo precedenteMadesimo Freeride Festival, due giorni al via
Articolo successivoKing of Dolomites a San Martino di Castrozza
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui