Bruno Martini fa il bis alla RRD One Hour Classic

0

Giornata ventosa un po’ inaspettata sul Garda Trentino dopo il caldo torrido di giovedì che è proseguito tutta la notte. E infatti venerdì, nonostante la temperatura ancora molto alta, un bel vento da sud ha garantito un bell’inizio dell’edizione 2019 della RRD One Hour Classic, una delle più vecchie regate organizzate dal Circolo Surf Torbole, che si svolge in un percorso tra una sponda e l’altra del lago che i concorrenti devono percorrere in 1 ora, compiendo il maggior numero di lati.

Il vento è stato forte soprattutto sulla sponda di Ponale che ha toccato anche i 18 nodi ed è durato per tutto il pomeriggio, permettendo così di far partire in questa prima giornata di gare sulle tre in programma, sia loi slalom che il foil, disciplina che sta riscuotendo sempre più successo. Entrambe le gare, nelle due diverse specialità, sono state vinte dall’atleta locale nonchè portacolori del Circolo Surf Torbole Bruno Martini, già detentore del record conquistato lo scorso anno e sicuramente non disposto a lasciare lo scettro. E anzi, Bruno stava quasi battendo il record dello scorso anno, avendo compiuto nella gara versione slalom, il bel numero di 18 lati in 1h 03’ 46”. Secondo posto per Malte Reuscher e terzo di un bravissimo Enio Dal Pont.

Al via alla prima regata versione SLALOM, in questa prima giornata di “One Hour”, quasi 90 partecipanti, mentre da domani sabato – giornata non lavorativa – supereranno i 100. Nei prossimi due giorni sembra che le previsioni diano vento ancora più forte e quindi anche quest’anno potrebbe essere battuto il record frantumato nel 2018 dallo stesso Bruno Martini. Una vittoria a cui Bruno tiene particolarmente dato che dallo scorso anno per il vincitore è stato istituito il Trofeo messo in palio dalla famiglia di Alberto Menegatti- giovane atleta e campione del Circolo Surf Torbole scomparso prematuramente-, in suo ricordo.
La gara foil Martini l’ha vinta compiendo 16 lati in 1h03’ 37”. Nei prossimi due giorni tutto potrebbe essere ribaltato se le condizioni di vento saranno più forti.

 

Articolo precedenteRicardo Campello, nuovo sponsor e nuove vele
Articolo successivoBH Atom, la eBike per tutti
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui