CAMPIONATI NAZIONALI GIOVANILI SLALOM E FOIL, TALAMONE

0

Dopo i tre titoli giovanili FIV classe Techno 293 nelle categorie under 13 maschile, under 15 femminile e under 19 a cui sono seguite la vittoria alla Coppa del Presidente e l’argento alla Coppa Primavela- vera iniziazione alle regate per i bambini di 9 e 10 anni, gli atleti del Circolo Surf Torbole -allenati da Dario Pasta- non si fermano più nel collezionare in questa particolare stagione agonistica titoli e medaglie tricolori. Dopo il Campionato Italiano Foil assoluto disputato proprio a Torbole la prima settimana di settembre, durante il quale non sono mancate importanti medaglie e vittorie nella categoria under 20, ora è stata la volta dei giovanissimi surfisti volanti, che si sono a dir poco distinti alla seconda ed ultima tappa del Campionato Giovanile Foil disputato a Talamone. Con le tavole monotipo RRD Firerace 120 riconosciute tavole giovanili per la Federazione Italiana Vela tramite l’AICW (Associazione Italiana Classi Windsurf), gli atleti del Circolo Surf Torbole hanno sbaragliato gli avversari, vincendo nella disciplina foil in tutte le categorie (U15, U17 e U20): Leonardo Tomasini si è imposto tra gli under 15 vincendo addirittura tutte e 7 le prove; Manolo Modena ha vinto negli under 17 con 5 vittorie parziali e 3 secondi; Mattia Ferraresi, con 5 primi, un secondo e un terzo ha vinto invece tra gli under 20. Un exploit, che conferma la preparazione tecnica del coach Dario Pasta, che ha creduto e voluto partire subito con il foil anche per i giovanissimi, considerata la scelta olimpica per Parigi 2024, che appunto è la tavola foil. Ma le medaglie non sono state indossate solo per la disciplina foil, ma anche per il più classico slalom chiamato oggi “pinna” per distinguerlo dalla nuova disciplina “volante”: Leondardo Tomasini ha bissato il successo, mentre Rocco Sotomayor ha vinto una bella medaglia di bronzo sempre tra gli under 15.

Così ha commentato Dario Pasta la trasferta toscana della squadra, ad un giorno dall’inizio del Campionato Italiano Classi Olimpiche in programma a Follonica:”Sono contento che i ragazzi abbiano confermato il loro ottimo stato di forma sul foil: nell’under 15 Leonardo Tomasini non ha avuto rivali sia come slalom foil, che slalom pinna. Sono contento che sia tornato ad allenarsi con il mio gruppo, dato che si era dedicato esclusivamente allo slalom; ora il foil ha unito i due mondi e ha fatto sì che si potesse così migliorare il livello di preparazione anche per gli slalomisti. Sono contento per lui perchè nello slalom aveva tanti obbiettivi che sono poi saltati, mentre il foil gli ha fatto tornare entusiasmo: la vittoria dell’italiano è stato il raggiungimento dell’obbiettivo che si era prefissato e ora può lavorare anche lui sull’iQ Foil olimpico. Sono soddisfatto anche per Manolo Modena negli under 17, che è il più polivalente avendo fatto Techno Plus, Formula Foil (mondiale ad Engadina a fine agosto), iQFoil, ecc. è stata una bella vittoria, perchè alla tappa di Torbole era arrivato secondo, mentre a Talamone è riuscito a recuperare e battere il bravissimo ed esperto Spanu; nei prossimi giorni Manolo sarà impegnato a Follonica ai Campionati Italiani Classi Olimpiche sull’iQFoil. La vittoria di Mattia Ferraresi negli under 20 è una grande soddisfazione, essendo il primo anno che lo seguo: gli ho consigliato di dedicarsi più al foil essendo più allenante rispetto alla disciplina slalom con pinna e la scelta ha sicuramente pagato”.

Ma non è tempo di fermarsi: la squadra top player del Circolo Surf Torbole sarà impegnata nei prossimi giorni ai Campionati Italiani Classi Olimpiche iQFoil, con Nicolò, Riccardo e Sofia Renna, Bruno Martini, Manolo Modena, Daniel Slijk, Jacopo Gavioli e Alessandro Iotti.
A fine ottobre- in sostituzione del mondiale classe Techno 293 – al Circolo Surf Torbole ci sarà un evento internazionale a numero chiuso riservato sempre alla classe giovanile Techno 293, con una giornata dedicata anche al Foil: Torbole 2020 International Windsurfing Event sancirà la chiusura della stagione sportiva 2020 del Circolo Surf Torbole, sempre proiettato ai giovani e al futuro, anche tecnicamente parlando.

Articolo precedenteThok TK01 nuova e-enduro pronto gara
Articolo successivoPWA Youth Wave World Cup 2020, il commento di Giulio Gasperini
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui