Cape Point e Scarborough immensi

0

10 gennaio, le previsioni per Cape Town (Sudafrica) dichiaravano: vento da est nord-est 25 nodi, onda 4 mt con periodo 14. Doveva essere grosso ed è stato enorme.
Team 4Windsurf, presente in zona, sveglia all’alba per raggiungere Cape Point il prima possibile a causa della marea buona per lo spot solo fino alle 11:00. Alle 8:30 arriviamo sullo spot, troviamo nel parcheggio tutto il team Fanatic impegnato nel photoshooting. Klaas Voget, Alessio Stilrich, Adam Lewis e Arthur Arutkin con Craig Gertenbach, boss di Fanatic, a dare le direttive. Arriva anche Leon Jamaer.

I set più grossi superavano abbondantemente l’albero e il vento era da 4.0. Molto difficile prendere le onde e a volte l’uscita dall’inside era quasi impossibile. Una tipica situazione da “photoshooting”… giusto per la foto e poi via. Poche onde surfate ma immense. Leon Jamaer e Klaas Voget i migliori in acqua.

Arthur Arutkin a Cape Point

Alle 12:00 tutti via, un buon pranzo e poi direzione Scarborough per la seconda session. Anche qui onde oltre l’albero e vento da 4.0. Ancora una volta tutto il team Fanatic in acqua, ma questa volta anche tanti altri rider. Onde vetrate da rideare alla velocità della luce.

Tre windsurfisti a causa del materiale rotto si sono trovati in gravi difficoltà ed è stata chiamata la guardia costiera. Roberto Ricci in persona, che era in kite, ha trainato uno dei ragazzi verso riva. Per fortuna tutti sani e salvi.
Giornata da ricordare!

Foto: Elena Stegagno

Articolo precedenteGiovanni Passani a Macejo’
Articolo successivoHigh School Candy video
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.