Home Windsurf News Challenger Sails ThreeG 2015

Challenger Sails ThreeG 2015

0

Abbiamo avuto modo di vedere molto da vicino la nuova Challenger Sails ThreeG 2015 grazie alla collaborazione di Claudio Badiali e del rider CHS Alessandro Mazzetti. La vela in oggetto è una versione quasi definitiva, lo shape è confermato, mentre la grafica sarà diversa (sul web potete invece trovare facilmente la versione della grafica definitiva nella vela in mano a Dani Bruch che si trova al momento a Maui per il photoshooting Starboard 2015). Alessandro ci ha raccontato le sue prime impressioni dopo un paio di settimane di test:
“I prototipi ThreeG 2015 a prima vista hanno una finestra più grande, ampliata verso la penna per una migliore visuale, soprattutto nel bottom turn quando si inclina la vela per poi andare a colpire il lip. Davanti al viso il monofilm è perfettamente trasparente, più in alto il monofilm è tramato. Questi prototipi, tutti bianchi e nero, avranno nuovi colori nella versione di serie. Nelle misure di 5.1, 4.7, 4.2, 3.7, 3.2 vanno a coprire tutte le possibili condizioni con cui si può navigare tra le onde. Testate in Francia con il maestrale ed in Italia con Libeccio e Levante le vele conservano la loro caratteristica principale di vele leggere e maneggevolissime. Super plananti grazie alla loro potenza, si usa generalmente mezzo metro di vela in meno, consentono al rider di navigare sciolto nelle onde e manovrare in aria. Con una balumina che lavora correttamente senza sbattere ed una grande possibilità di regolazione del grasso hanno anche un ampio range d’utilizzo.”

 FOTO Luca Grasso (Surfactivity Albenga)

2Alessandro Mazzetti con il prototipo Challenger Sails ThreeG 2015 alla Coudoulliere

foto 2Proto ThreeG 2015

foto 3ThreeG 2014

foto 1

foto 1

 

foto 2Alessandro a Bordighera

Articolo precedenteRipCurl Windsurfing Pro Tour Carro, la grande delusione
Articolo successivoIl nuovo documentario di Freestyle Stories in South Tyrol
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.