Pubblicità
Home Running Test CMP Thiaky Trail, Il test

CMP Thiaky Trail, Il test

Abbiamo testato la Thiaky Trail di CMP dal rapporto qualità/prezzo imbattibile, una scarpa da trail che “morde” il terreno. 

0

 

Dal numero #03 Speciale Trail di 4running a cura di Mattia De Guio 

La parola di CMP 

CMP Thiaky Trail unisce design e assicura un’ottima performance per affrontare allenamenti e gare su medio-brevi distanze. 

La tomaia realizzata in tessuto stampato lascia piuttosto libero il piede di trovare il proprio naturale equilibrio, garantendo il giusto sostegno grazie a dei rinforzi laterali iniettati in TPU. 

La suola in Eva e Gomma CMP FullOnGrip a assicura una buona ammortizzazione, grip e trazione soprattutto su terreni pesanti e umidi. La linguetta è dotata di un taschino superiore per poter inserire i lacci.

Design della Thiaky Trail

A prima vista colpiscono le linee aggressive dell’intersuola e la suola ben tassellata, in contrasto con la parte superiore, più minimalista. 

La tomaia è composta da due strati: il più esterno più protettivo, tipo ripstop; il secondo è una sorta di calza in poliestere, collegata alla linguetta, super elasticizzata, che si adatta al piede. Non c’è molta coesione fra le due, ma così la scarpa risulta funzionale e adatta a molte situazioni. 

 

Chiusura

Classica con stringhe. La scarpa avvolge bene il piede anche grazie alla perfetta coesione dei diversi strati della tomaia. La linguetta è dotata di un taschino in cui riporre i lacci. La calzina interna è un guanto per il piede e lavora in sinergia con il contrafforte tallonare ben imbottito.

cmp-thiaky-trail-il-test

Impatto Iniziale

Ho apprezzato l’allacciatura salda nella parte alta del collo del piede, che permette però alle dita di stare comode. I primi chilometri, corsi su asfalto e facile sterrato, mi hanno dato tuttavia una sensazione di rigidità, dovuta anche al materiale più esterno della tomaia.

 

Comfort Thiaky Trail

Molto buono. Non ho notato sfregamenti o spessori fastidiosi. Il tappo del tacco, perfettamente imbottito, tiene saldo il tallone. La soletta interna è morbida, di discreto spessore.

 

Traspirabilità

Ho usato queste scarpe in un periodo non eccessivamente caldo e non ho notato nessun problema con la traspirazione del sudore. Tuttavia, dopo poco tempo che si corre nel bagnato, la Thiaky non drena a sufficienza l’acqua, e diventa più pesante.

 

Grip

Decisamente efficace. Testata anche su fango e neve primaverile, devo ammettere che la Thiaky, nei tratti in cui serviva tirare fuori le unghie per mordere il terreno, ha dato il meglio di sé. Le spigolature date dal taglio “a prisma” di suola e intersuola permettono alla scarpa di aderire ottimamente, meglio di tante concorrenti più blasonate. 

Ho tuttavia notato che nelle sezioni bagnate, su alcune superfici (pietre di grandi dimensioni, radici, pavé…), l’affidabilità cambia drasticamente.

 

Stabilità e sostegno

Buono. Nei traversi e nei tratti sdrucciolevoli la stabilità è ottima, grazie al design largo della suola. Inoltre, anche se priva di inserti particolarmente rigidi, la tomaia contiene bene il piede, grazie allo spessore dello strato più esterno.

 

Protezione

Discreta. Nonostante la capacità di assorbire gli urti, nei tratti più tecnici manca uno “scudo” contro le asperità maggiori, sia nell’intersuola sia nella parte alta.

 

Capacità di ammortizzare

Buona. Lo spessore e la costruzione in Eva dell’intersuola offrono protezione dagli impatti anche a chi corre con la rullata e durante le discese più impegnative.

 

Consigliata per…

Runner che non fanno della velocità il proprio mantra, oppure chi si approccia al trail running su terreni molto sconnessi e cerca una scarpa che sia un buon compromesso tra comodità e tenuta. Adatta per allenamenti di corta-media distanza.

 

Dettagli tecnici:

  • PESO: 368 G (9,5 US UOMO)
  • DROP: 8 MM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement