Home Outdoor How To Come prenderti cura della tua corda d’arrampicata
Pubblicità

Come prenderti cura della tua corda d’arrampicata

0
corda arrampicata

La corda è uno strumento essenziale sia per l’arrampicata che per l’alpinismo: affidiamo le nostre vite a quei 60,80 metri di corda e per questo dobbiamo prendercene cura per aumentarne la durata e conservarla nelle migliori condizioni. Vediamo quali sono le accortezze da avere.

Come mettere via la corda d’arrampicata

Dopo aver finito di scalato, ci sono diversi modi per riporre la corda per portarla a casa. Uno dei modi migliori è quello di filarla in un sacco porta corda e legare i due capi alle asole del telo, distinguendo il capo che rimane sopra e che poi si userà la prossima volta che si arrampica. Prima di filare la corda ricordatevi di pulire il telo da terra e sassi. In molti “rifanno” la corda perchè non usano un sacco, e va bene uguale, purchè si conservi in un luogo asciutto e al riparo dal sole. Comunque per la corda vale un po’ la stessa regola del sacco a pelo: più si tiene “aperta” e meglio si conserva.

Pulire la corda d’arrampicata

Terra, sabbia, fango: sono svariate le cose che possono sporcare la corda semplicemente utilizzandola. Ci sono alcuni metodi per lavare la corda: vediamo quali sono.

Pulizia a secco

La corda d’arrampicata si può pulire a secco usando una spazzola apposita a forma di spirale. Prima di mettere via la corda nel sacco, se avete arrampicato su terreno molto polveroso, potete pulirla facendo scorrere la corda nella spazzola a spirale e facendovi aiutare da un compagno.

Puliza ad acqua

La corda si può pulire in l’acqua intorno ai 30° con sapone neutro o detergente ad hoc. Si deve riempire la vasca da bagno o un grande recipiente capace di contenerla tutta con acqua tiepida, si immerge la corda e si aggiunge il detergente. La si smuove con le mani e la si risciacqua sempre con acqua tiepida.

Asciugare la corda

La corda va messa ad asciugare su un grande telo, sul quale la si fila e si lascia ben aperta. Non bisogna utilizzare phon o altri metodi: si deve asciugare naturalmente. Non va assolutamente fatta asciugare al sole!

In questo articolo potete vedere più nel dettaglio come pulire la vostra corda.

Altre accortezze

Oltre che pulirla e riporla correttamente, cosa si può fare per allungare la vita alla propria corda?

  • non calpestarla: i sassi sul terreno possono creare micro lesioni della calza e rovinarla
  • usare nodi che mettono stress alla corda
  • non lasciarla al sole
  • tagliarla dopo averla stressata con molti voli
  • evitare di scalarci da secondo

Controllate inoltre sempre lo stato della vostra corda prima di arrampicare. Conservare è giusto, ma non bisogna continuare ad usare “dei vecchi canaponi”.

 

Articolo precedenteNike GO FlyEase, pronti per La Rivoluzione?
Articolo successivoVlog: il surf training di Leonardo Fioravanti
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità