Pubblicità
Home Windsurf Eventi Conclusa a Torbole la Coppa Italia Techno 293
Pubblicità

Conclusa a Torbole la Coppa Italia Techno 293

0

Quasi 300 partecipanti, tanti circoli presenti: una settimana di colori e vitalità tra i giovanissimi surfisti, che testimoniano la vivacità del windsurf giovanile.
Sul podio atleti di tanti circoli diversi di tutta Italia, con evidente crescita tecnica in tutte le Zone Fiv.

Nago-Torbole (TN) – Quasi 300 atleti provenienti da 30 circoli di tutta Italia hanno animato al Circolo Surf Torbole e sul Garda Trentino la 2^ tappa di Coppa Italia, uno dei più importanti appuntamenti nazionali per la classe giovanile FIV, vero bacino del windsurf per la crescita degli atleti, che un giorno avranno anche mire olimpiche.
Ben 82 regatanti tra i 9 e 11 anni insieme a chi era alla prima esperienza di regata; il resto della flotta suddiviso tra under 13, under 15, under 17 e Plus (over 18). In acqua vele colorate di diverse dimensioni e colori, ma tutti con la stessa tavola monotipo, il Techno 293, che anni fa ha dato una vera svolta alla partecipazione giovanile. Dieci prove per i più piccoli “kids”, sei per gli under 13 e under 15, e sette per i più grandi under 17 e Plus, il bilancio finale di una settimana che era iniziata con la tempesta di martedì, che ha provocato qualche danno alle attrezzature per la caduta di due alberi, oltre allo spavento per la violenza del vento. Per fortuna il meteo, nonostante sia rimasto variabile, ha permesso un regolare svolgimento della manifestazione, che per lo più si è svolta il mattino dalle 8 alle 12-13:00 per una maggior sicurezza sulla presenza del vento. Dal punto di vista sportivo si sono viste belle prove e anche molto combattute; i ragazzi si sono divertiti e una volta di più hanno potuto godere delle belle condizioni di vento del Garda Trentino, che anche in una situazione di tempo un po’ perturbato, non ha smesso di portare vento, per lo più da nord.

Cambio al vertice e vittoria finale nei più piccoli CH3 (9 anni) con l’atleta del Centro Surf Bracciano che ha dominato: Curzio Riccini infatti è riuscito ad invertire la rotta con le ultime prove, tutte vinte; nulla ha potuto Tommaso Vallini (Adriatico Wind Club Ravenna), che ha lottato fino alla fine, conquistando il secondo posto ad un solo punto di distacco. Terzo Simone Trovato (Planet Sail Bracciano). Prima categoria femminile Michela De Martinis (Centro Surf Bracciano), quinta assoluta. Dominio assoluto tra i CH4 (10-11 anni) di Luca Pacchiotti (Fraglia Vela Malcesine) primo in ben otto prove e secondo in due sole regate. Secondo e terzo rispettivamente Mario Biondi (SEF Stamura) e Giordano Rigotti (Fraglia Vela Malcesine). L’anconetana Elettra Fulgenzi (SEF Stamura) prima femminile. Anche tra gli Experience (prime regate) dominio di Errico Borri (SEF Stamura), che ha lasciato 11 punti dietro Flavio Bulgherini (CV Sferracavallo) e a 12 Luca Traversi (LNI Civitavecchia), terzo.

Dopo 7 prove negli under 13 vittoria del Cagliaritano Pierluigi Caproni (Windsurfing Club Cagliari), che dopo l’ennesima battaglia con il portacolori del Circolo Surf Torbole Mathias Bortolotti, è riuscito ad avere la meglio, non andando oltre il terzo posto tra le sette regate disputate. Terzo Lorenzo Maroadi (Fraglia Vela Malcesine); risalito in quarta posizione l’altro atleta del circolo organizzatore Paolo Fumagalli. Prima femmina l’anconetana Medea Falcioni (Sef Stamura), ottimo quinta assoluta; seconda Vittoria Brighenti (FV Malcesine) e terza Ioana Paraschivenu (Circolo Surf Torbole). La categoria under 15 combattuta fino alla fine: vittoria di Tiberio Riccini (Centro Surf Bracciano), protagonista di 4 vittorie parziali; alle sue spalle il portacolori del Circolo Surf Torbole Rocco Sotomayor abbastanza regolare nei parziali; terzo assoluto Edoardo (Fraglia Vela Malcesine), primo in regata 3.

La veronese e atleta del Circolo Surf Torbole Anna Polettini prima tra le femmine, nonchè quarta assoluta: è riuscita a conquistare anche una vittoria assoluta nella penultima regatainfliggendo 10 punti alla cagliaritana Maddalena Medde (Windsurfing Club Cagliari), seconda; Alice Evangelisti (LNI Civitavecchia), terza. Regata quasi senza storia negli under 17 con Federico Pilloni (Windsurfing Club Cagliari) vincente in 5 regate su 6; l’avversario che gli ha dato più filo da torcere è stato il ravennate Francesco Forani (Adriatico Wind Club), sempre in scia e secondo finale. Terzo Giuseppe Paolillo (Horizont Sailing Club). Vittoria della ceka Chalupnikova tra le ragazze; Carola Colasanto (Tognazzi Marine Village) seconda e prima delle femmine. Infine nei Plus ancora SEF Stamura sul gradino più alto del podio maschile con Alessandro Graciotti primo, con 3 punti di vantaggio su Giorgio Falqui (WC Cagliari), secondo; un po’ più distaccato Michele Marchei (Fraglia Vela Malcesine. Matilde Fassio (CN Loano) ha vinto tra le donne.

Classifiche: https://www.circolosurftorbole.com/it/regate/2021/campionati-nazioni-e-tappacoppa-italia-t293/

Articolo precedenteSeconda giornata di Coppa Italia Techno
Articolo successivoVALMALENCO ULTRA DISTANCE TRAIL, spettacolo!
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement