Pubblicità
Home Windsurf Eventi Due medaglie d’oro per l’Italia agli Europei Techno 293 di Sopot
Pubblicità

Due medaglie d’oro per l’Italia agli Europei Techno 293 di Sopot

0

I Campionati Europei Techno 293 disputati a Sopot in Polonia dal 25 al 30 luglio si sono conclusi nel migliore dei modi per la squadra italiana, che ha conquistato due splendide medaglie d’oro. A laurearsi campioni continentali sono stati Giorgia Speciale della Sef Stamura Ancona nella categoria under 17 femminile ed Edoardo Tanas della Fraglia Vela Malcesine nella categoria under 15 maschile. Per Giorgia l’ennesimo trionfo di una carriera sportiva straordinaria e per Edoardo il primo successo di un atleta del Garda nella ventennale storia del windsurf giovanile. Anche la giornata conclusiva e’ stata ritmata dal vento debole che ha improntato l’intera settimana di competizioni.

579d2632f0b6d_w1600Giorgia Speciale portata in trionfo

Analizzando le varie categorie, Giorgia doveva rimontare un punto alla sua accreditata rivale, l’israeliana Shira Benbenisti. Raggiunta la parità dopo la prima prova, nella seconda e’ bastato il quarto posto contro il sesto dell’avversaria per replicare il titolo europeo conquistato lo scorso anno in Lettonia. Una vittoria combattuta e tenacemente vinta dopo una contesa punto a punto. Il successo italiano e’ stato completato da una eccellente prestazione corale, con il settimo posto di Marta Tanas della Fraglia Vela Malcesine e con il decimo di Enrica Schirru del Windsurfing Club Cagliari . Per la cronaca il bronzo e’ stato appannaggio della polacca Lidia Sulikowska.

Più sorprendente, ma forse nemmeno tanto, visti i progressi gara dopo gara, il successo di Edoardo Tanas della Fraglia Vela Malcesine, che ha condotto una serie tutta in ascesa, riuscendo nell’ultima prova a superare l’israeliano Eyal Zror che alla fine cede per un punto. Medaglia di bronzo al francese Mathys Ghio a tre lunghezze. Gabriele Guella del Circolo Surf Torbole chiude tredicesimo.
Ottima protagonista nella categoria under 15 femminile Marta Monge del Circolo Nautico Loano, che per tre giornate ha condotto la competizione e alla fine conclude sesta, quinta tra le europee. Titolo alla francese Elisa Jariel e argento alla connazionale Mathilde Garandeau. Bronzo per l’israeliana Sharon Kantor. Le altre migliori italiane sono risultate al quindicesimo posto Lavinia De Felici della LNI Civitavecchia, seguita immediatamente da Gaia Busetta della Canottieri Marsala e dalla sorella Lavinia De Felici.
Rilevante nella categoria under 17 maschile il settimo posto di Nicolò Renna del Circolo Surf Torbole, autore di una notevole rimonta in condizioni che non sono state sicuramente le sue predilette. Titolo all’israeliano Itai Kafn, seguito dal francese Fabien Pianazza e dall’altro israeliano Gad Matosevich. Anche in questo segmento ottima prestazione di squadra con il decimo posto di Federico Ferracane della Canottieri Marsala e l’undicesimo di Nicolò Gatti del Circolo Surf Torbole.
Italia, Francia e Israele si confermano così le nazioni leader della classe Techno 293, in campionati che anno dopo anno crescono per il numero dei partecipanti e di qualità tecnica, rendendo uno spessore sempre maggiore ai podi. È’ stata una grande emozione sentire risuonare per due volte le note del nostro inno nazionale.
Gli occhi sono ora rivolti ai Campionati Mondiali in programma al Circolo Surf Torbole a fine ottobre, mentre gli Europei del prossimo anno si svolgeranno sempre a fine luglio a Lorient nella regione francese della Bretagna.

Classifiche, foto e video: CLICCA QUI.

579d26263b911_w1600

Event website and results: http://europeans2016.techno293.org/
Gallery: http://europeans2016.techno293.org/gallery/photos
Flickr Gallery: https://www.flickr.com/photos/svk1
Videos: http://europeans2016.techno293.org/gallery/video

TESTO Marco Rossi

Articolo precedente2016 FUERTEVENTURA PWA GRAND SLAM, DAY 9 IACHINO C’È
Articolo successivoIl Nesos king of grommets ai nastri di partenza
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità