Engadin Wind 2020 by Riccardo Marca

0

EFPT KING OF THE MOUNTAIN
Un evento molto speciale quello che si è svolto quest’anno a Silvaplana essendo l’unica gara di freestyle che ci sarà quest’anno.
Purtroppo il Covid ha avuto ripercussioni in tutti gli ambienti, compreso il nostro, infatti tutti gli eventi sono stati cancellati. In questo scenario che nessuno di noi avrebbe mai immaginato è stato bello poter prendere parte all’Efpt King Of The Mountain, la gara di Tow-In organizzata dal circuito europeo che ormai si svolgo da vari anni durante l’EngadinWind. L’Efpt King Of The Mountain si è svolta in quattro giorni, i primi tre per la gara, il quarto giorno invece è stato dedicato ad una esibizione “cash 4 crash”, che come potete immaginare dal nome ha garantito un grande show.
Antoine Albert è stato il vincitore della gara. Mi sento di dover spendere una parola per Lennart Neubauer, che nel giro di un solo anno ha raggiunto un livello veramente notevole, all’età di soli 16 anni penso che abbia un futuro molto promettente nel freestyle. Oltre a Antoine Albert e Lennart Neubauer hanno preso parte alla gara anche Yentel Caers, Amado Vrieswijk, Steven Van Broeckhoven, Taty Frans, Sarah-Quita Offringa, Niclas Nebelung, Jeremy Pluss, Stefan De Bell, Aron Etmon ed il sottoscritto Riccardo Marca.

IQ-FOIL OLYMPIC :
Come probabilmente alcuni di voi hanno già sentito, l’IQ-FOIL è la nuova classe olimpica.
Un cambiamento molto importante nel mondo del windsurf, infatti gli atleti della classe RSX e della coppa del mondo Slalom si scontreranno per la prima volta sulla stessa tavola. In occasione dell’EngadinWind quest’anno si è svolto il campionato europeo della nuova classe Olimpica.
Ancora non possiamo ben immaginare i futuri sviluppi di questa nuova disciplina, ma per la prima volta gli atleti di Slalom ed anche altre discipline potranno mettersi in gioco per il sogno Olimpico.

SILVAPLANA
Il lago di Silvaplana si trova a pochi chilometri da Saint Moritz, Il paesaggio lacustre è incorniciato da un impressionante panorama montano intorno al Corvatsch (3303 metri) con la stazione montana più elevata delle Alpi Orientali.
Il miglior periodo per andare in windsurf a Silvaplana è fra Giugno e Settembre, al di fuori di quei mesi le temperature scendono drasticamente, e praticare sport acquatici sarebbe per pochi temerari.
Maloja è il nome del vento che soffia principalmente sul lago di Silvaplana, è un vento termico di direzione sud-ovest, la maggiorate delle volte di intensità intorno ai 4-6 btf.
Le condizioni sono perfette per Slalom, Foil, Formula e nelle giornate di vento più forte anche per fare freestyle, essendo l’acqua molto piatta.
E’ fondamentale controllare le previsioni ed accertarsi che il tempo sia bello e soleggiato, sono queste le condizioni necessarie per trovare vento a Silvaplana.
Potrete portare il tipo di tavola che preferite, è consigliato un litraggio abbastanza alto essendo l’acqua dolce e il vento spesso leggero.
Per la scelta della vela si consiglia una metratura fra 5 e 9 m2.
Non dimenticatevi di portare con voi una muta, anche d’estate, la temperatura dell’acqua non sale mai sopra i 14-15°.
Un altro consiglio è quello di portare e mettere sempre la crema solare, anche nelle giornate con un po di copertura nuvolosa il sole è molto forte essendo a 1800 metri di altitudine.
Silvaplana offre molto altro al di fuori del windsurf, se siete amanti dello sport quindi non dovrete temere giornate senza vento.
Le escursioni d’estate e lo sci e lo snowboarding d’inverno, attirano sempre molti visitatori sulla montagna di Silvaplana.
Silvaplana è anche una meta molto conosciuta anche per i ciclisti, sia da strada che in mountain bike, per arrampicarsi, fare delle passeggiate in montagna, pescare, correre, andare in sup, andare a cavallo, e tante altri sport.
Se avete intenzioni di guidare con il vostro furgone/camper, c’è un bellissimo campeggio immerso nel verde “Camping Platz Silvaplana” proprio sul lago e di fianco alla scuola di windsurf “Windsurfing Silvaplana”.
Se invece avete intenzione di cercare un Hotel la migliore soluzione è di chiedere direttamente all’ufficio turistico di Silvaplana o di cercare su booking / air bnb.
Ci sono diversi ristoranti nei pressi del lago, potrete trovare dalla cucina tipica svizzera a ristoranti di cucina interazionale.
Alcuni dei piatti tipici raccomandati sono la “cheese fondue”, le “Raclette”, gli “Zurchergeschnetzeltes” e diverse zuppe locali.
Se avete intenzione di spostarvi in aereo gli aeroporti più vicini sono quelli di Milano o di Zurigo.

ENGADINWIND :
La storia dell’ “Engadinwind” risale alla Engadin Surfmarathon del 1978, solamente venti anni dopo l’evento venne chiamato Engadinwind.
La Surfmarathon è rimasta al centro dell’evento, ospitando ogni anno alcuni fra i migliori windsurfisti provenienti da tutto il mondo.
Negli anni seguenti Engadinwind ha anche ospitato diverse competizioni, come il Pwa, il circuito europeo e diversi campionati svizzeri.
Dieci anni fa Engadinwind ha integrato il kitesurf all’evento ospitando la famosa “King of the air”, competizione tutt’ora conosciuta da molti windsurfisti.

TESTO DI Riccardo Marca
FOTO DI Emanuela Cauli, John Carter, Engadin Wind 2020 

Articolo precedenteCampionato Italiano giornalisti a Senigallia
Articolo successivoHeinz Mariacher vince il premio Paul Preuss 2020
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui