Home Running Eventi Europei 24H senza gloria azzurra

Europei 24H senza gloria azzurra

0

Nel Campionato Europeo IAU di 24 ore ad Albi, in Francia, la squadra azzurra maschile chiude al sesto posto e il team italiano femminile in ottava posizione. A livello individuale, il miglior piazzamento arriva per merito di Lorena Brusamento (Gs Gabbi), tredicesima con un totale di 221,719 km, invece tra gli uomini Nicola Leonelli (Liberi Podisti Abruzzesi) è 19° dopo aver corso per 236,270 chilometri, seguito da Paolo Rovera (Dragonero) 23° con 229,458 km, Nerino Paoletti (Bergamo Stars Atletica) 29° con 216,434 km, Andrea Zambon (Pavanello) 53° con 197,384 km e Diego Ciattaglia (Bergamo Stars Atletica) 64° con 188,536 km, mentre non ha preso il via Marco Bonfiglio (Dk Runners Milano) per un problema muscolare. Nella gara femminile completano il risultato delle azzurre Luisa Zecchino (Team Pianeta Sport Massafra) al 23° posto con 206,632 km, Paola Addari (Gs Runners Cagliari) al 31° con 200,800 km, Chiara Milanesi (Runners Bergamo) 33° con 198,681 km, Monica Barchetti (Podistica Lippo Calderara) 38° con 193,360 km e Maria Ilaria Fossati (Bergamo Stars Atletica) 46° con 181,915. Vittoria per il britannico Dan Lawson che riesce a percorrere 261,843 chilometri sul tracciato di circa 1120 metri intorno allo stadio cittadino, per superare il ceko Ondrej Velicka (258,661 km) e il francese Stéphane Ruel (257,296 km). Tra le donne la svedese Maria Jansson conferma il suo titolo europeo con 250,647 chilometri che le vale anche la nuova miglior prestazione europea, sulle polacche Patrycja Bereznowska (241,633 km) e Agata Matejczuk (232,285 km). Nelle classifiche a squadre, oro agli uomini della Francia nei confronti di Gran Bretagna e Germania, con le atlete della Polonia a conquistare la vittoria femminile davanti a Svezia e Francia.

Ufficio stampa Fidal

Il vincitore Dan Lawson (foto organizzatori) Il vincitore Dan Lawson (foto organizzatori)
Pubblicità
Advertisement