Home Outdoor Running Firenze invasa dai trailer

Firenze invasa dai trailer

0

Si è conclusa la quarta edizione del Firenze Urban Trail, che ha visto quasi 2.000 atleti correre tra i monumenti e sulle colline fiorentine. La competizione è stata inaugurata sabato sera con la gara notturna di 13 km dall’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci, sul palco allestito sotto la Basilica di Santa Croce.

Erano in programma 3 gare: la 13 km by night sabato sera, la 30 e la 45 km la domenica mattina. Era previsto inoltre un challenge (13 km notturni + 30km diurni) e un Ultrachallenge (13 km notturni +45 km). I 1.000 runners della gara notturna, che ha registrato il tutto esaurito, hanno percorso da Piazza Santa Croce le vie del centro, illuminandole con le loro lampade frontali, per poi attraversare il Giardino di Boboli, proseguire verso San Miniato e Piazzale Michelangelo, tra salite e discese dei vicoli e delle strade fiorentine. Vittoria all’azzurro di trail Luca Carrara (Team Mammut) che in 50’06” ha preceduto Francesco Rigodanza (Spirito Trail Team) di 48” e Lorenzo Checcacci di 2’25”. Fra le donne prima Francesca Biagini (Nave Us) in 1h01’47” su Giorgia Ferro (Maremontana Asd) a 1’28” e Benedetta Broggi (Raschiani Triathlon Pavese) a 1’40”. Su parte del percorso della 13 km by night si è svolta anche la seconda edizione del Firenze Urban Walking, un tracciato di 10 km che ha visto impegnati oltre 200 camminatori.

I runners che hanno partecipato alla 30 km e alla 45 km, con partenza alle 8.30 di domenica da Piazza Santa Croce, sono arrivati fino a Settignano, Fiesole, Monte Ceceri e Maiano per ritornare verso il centro lungo gli argini del fiume Arno in un vero e proprio trail tecnico, con un dislivello positivo di 1.200 metri per la 45 km e di circa 600 metri per la 30 km , con scorci e panorami mozzafiato. Il tempo incerto e il fondo bagnato, visto la pioggia caduta nelle ultime ore, non ha diminuito l’entusiasmo dei trail runners. Interesse sempre più crescente anche fuori dall’Italia per l’evento che registra molti runners stranieri. Tra le nazioni più rappresentate spiccano gli Usa, il Belgio e la Grecia.

Questi i vincitori delle diverse gare: primo classificato uomini per la 30 km Diego Bizzarri del team Silvano Fedi A.S.D. con un tempo, di 2 ore, 18 minuti e 42 secondi. Al secondo posto Giovanni Caini della squadra Il Ponte Scandicci Sud con 2 ore, 20 minuti e 52 secondi. Terzo Antonio Ivan Tavella, con 2 ore 23 minuti e 21 secondi. Prima classificata delle donne della 30 km è Catrin Kommer, del team SV Ohmenausen con il tempo di 2 ore 31 minuti e 32 secondi, seguita da Benedetta Broggi in 2 ore 46 minuti e 16 secondi, al terzo posto Cristina Sonzogni del team Erockteam con il tempo di 2 ore 47 minuti e 6 secondi.

45km maschile: vince Riccardo Borgialli del team Bergteam Salomon con il tempo di 3 ore 12 minuti e 24 secondi, davanti a Francesco Rigodanza in 3 ore 17 minuti e 18 secondi, terzo Luca Carrara con il tempo di 3 ore 28 minuti e 5 secondi. Al femminile vince Simona Morbelli del team Salomon con il tempo di 3 ore 54 minuti e 30 secondi, davanti a Franziska Etter del team Hoka One One Switzerland con il tempo di 4 ore 2 minuti e 58 secondi, terza Serena Martini in 4 ore 49 minuti e 33 secondi.

Ancora un successo di prestigio per Simona Morbelli (foto organizzatori)

Al Firenze Urban Trail importante anche l’aspetto Charity con Oxfam, che si è impegnata alla partecipazione in gara di un team di migranti richiedenti asilo, accolti a Firenze e in Toscana con il progetto Run As One – Insieme alle persone in fuga. “Poter organizzare e correre un vero Trail in una città come Firenze tra piazze e monumenti famosi in tutto il mondo e con una vista impagabile sulla città e le sue colline, è un’esperienza unica. Siamo soddisfatti del successo di questa quarta edizione del Firenze Urban Trail – afferma Simone Brogioni, direttore di gara – Ringraziamo in particolare i nostri volontari che ci hanno aiutato tantissimo a realizzare questo evento oltre ai nostri sponsor e partner, l’Amministrazione Comunale di Firenze e Fiesole, la polizia municipale per l’impegno”. (Comunicato stampa)

A NAVE ANTIPASTO DI SKYRUNNING

Domenica 5 marzo a Nave in provincia di Brescia oltre 500 atleti hanno testato la preparazione invernale per le gare di skyrunning dei prossimi mesi estivi. Per chi predilige le lunghe distanze delle skymarathon gli organizzatori di Nave hanno preparato l’Eremitica trail, un selettivo percorso con dei tratti di alta tecnicità in discesa sulla ragguardevole distanza di 37 km per un dislivello complessivo di 2.380 metri, mille metri di maggiorazione rispetto alla scorsa edizione. Per i runner che si cimentano sulle skyrace invece è stata approntata 3 Santi Trail sulla distanza di 17 km per un dislivello positivo di 1.200 metri.

La partenza dell’Eremitica è avvenuta alle ore 8:00 e in barba alle previsioni meteo negative la giornata podistica bresciana è trascorsa con dei toni semi primaverili molto graditi, in alcuni tratti i raggi solari hanno pompato il termometro sopra la soglia dei 15°C. I due tracciati di gara si sono presentati molto ben puliti e assai scorrevoli, la tecnicità di alcuni tratti ha fatto veramente divertire chi ama le discese e le affronta a rotta di collo, insomma i due tracciati meritano proprio una lode dagli skyrunner. Tutti i 37 km sono stati dominati dallo skyrunner di Colere in forza alla Valetudo skyrunning Italia con benzina naturale Racer: Clemente Belinghieri.

L’orobico ha tirato a tutta le prime due ore e mezza di gara per la paura di essere raggiunto dagli avversari, poi avvisato del vantaggio e anche per la stanchezza accumulata ha calato l’andatura terminando l’Eremitica in 3h50’23”. Belinghieri quest’anno ha iniziato la stagione con la buona sorte sulle spalle, infatti ha fine gennaio ha vinto il Calabrosa Trail sempre nella terra della leonessa e poi ha collezionato due argenti nel varesotto con il Trail del Bozz e nel novarese al Trail del Gargallo. Al secondo posto Thomas Springhetti team Maddalene skymarathon in 4h13’38” bronzo per Fabio Congiu PT Skyrunning 4h18’29.

La partenza dell'Eremitica Trail (foto organizzatori)

Il Tre Santi Trail Rosa è stato dominato dalla campionessa bergamasca Cinzia Bertasa in 4h55’51” team Bergamo Stars, seconda Tina Angela Sbrissa Atl. Brentella Padova 5h10’34”, terza Patrizia Pensa Atl. Besanese 5h17’01”. Nella Tre Santi Trail 17 km ottima prestazione del bergamasco Paolo Poli 1h35’17” team La Recastello Radici Group, argento e bronzo per altri due bergamaschi: Roberto Antonelli Altitude Race 1h37’07” e Danilo Brambilla Carvico Skyrunning 1h37’55”. Sempre bergamasco il successo rosa con Daniela Rota Waa Team 2h00’51”, seconda Cristina Dusina Atl.Gavardo 2h06’44” e terza Daniela Saiani Atl.Concesio 2h08’41”. (Giorgio Pesenti – Ufficio stampa)

GLI ALTRI VINCITORI

Ecco tutti gli altri vincitori del lungo fine settimana:

Roccaraso Snow Running (1,360 km x 366 metri): Antonio D’Alessandro (Asd Mountain Lab) 14’54” e Raffaella Tempesta (Terminillo Trail) 17’45”

Trail del Marchesato a Finale Ligure (37 km x 2.200 metri): Claudio Del Grande (Team Italtende) 3h36’38” e Cristiana Follador (Team Aldo Moro) 4h43’35”

Mini Trail del Marchesato a Finale Ligure (16 km x 1.000 metri): Filippo Canavese 1h43’45” e Giulia Botti (Self Montanari & Gruzza) 1h55’58”

Trail al Pino Torinese (20 km x 800 metri): Gabriele Gagliardi 1h25’49” e Stella Riva 1h45’58”

Dolomiti Winter Trail a Lavarone (20 km x 900 metri): Tadei Pivk (Team Nortec) 1h57’48” e Elisa Desco (Team Nortec) 2h27’07”

Dolomiti Winter Trail a Lavarone (10 km x 400 metri): Giorgio Dell’Osta Uzzel (Atl.Diolomiti Belluno) 1h05’27” e Kaolie Yokoyama (JPN) 1h28’54”

Mimosa Cross ad Albinea (22,9 km): Emanuele Piacentini (3,30 Running Team) 1h24’23” e Manuela Marcolini (Asd Sportinsieme) 1h36’14”

Trail del Bosco Sacro a Nemi (11 km): Emanuele Ludovisi (D+ Trail) 45’48” e Alessia Isaija (Runner Trainer) 1h07’05”

Trail Città di Ravello (17 km x 950 metri): Leonardo Mansi (Team Anima Trail) 1h40’09” e Lidia Mongelli (Asd Ibitlossi) 1h48’33”

Trail dei Marganai a Domusnovas (47 km x 2.000 metri): Antonio Filippo Salaris 4h43’47” e Martina Centa (Selvarek) 5h37’13”

Trail dei Marganai a Domusnovas (27 km x 1.250 metri): Emanuele Sini (Triathlon Team Sassari) 2h48’42” e Maena Delrio 3h23’33”

Trail dei Marganai a Domusnovas (17 km): Pierpaolo Pes (Atl.Olbia) 1h45’47” e Ariana Perdisci (Atl.Selargius) 2h10’12”