Heritage, il nuovo casco da freeride di Cébé

0

Dopo 125 anni di esperienza e ricerca “Pure Adrenaline”, Cébé aggiunge alla sua collezione un casco dedicato agli appassionati di freeride, con un nome all’altezza del prodotto: HERITAGE.

l’HERITAGE è il primo casco ibrido della collezione Cébé, un casco dallo indirizzato vero il freeride, che offre un’ottima protezione dagli impatti con un design semplice e pulito. Il casco è dotato delle più recenti innovazioni per garantire le massime performance.

Per un’ulteriore protezione in caso di impatto, l’HERITAGE è provvisto dell’avanzata tecnologia MIPS®. L’azienda Svedese MIPS dimostra che anche il cervello rischia lesioni in caso di caduta, perciò una protezione del cranio non è sufficiente. La tecnologia di Protezione del Cervello MIPS® Low Friction Layer (Sistema di riduzione dell’attrito) è integrata nel casco per ridurre il movimento rotazionale provocato da impatti angolati. Il casco HERITAGE abbina quindi due tipi di protezione, una calotta ibrida e il sistema MIPS® di protezione del cranio e del cervello .

Il casco HERITAGE è anche dotato di un sistema di ventilazione regolabile (per una circolazione ottimale dell’aria nel casco) e del sistema premiato B0A® che consente di regolare la taglia a 360°, tramite strisce in acciaio e nylon posizionati all’interno del casco.
Comfort e Performance definiscono alla perfezione questo casco, che si abbina perfettamente alla nuova maschera cilindrica di Cébé: VERSUS. Così il freerider avrà un ampio campo visivo e un look invidiabile.

Articolo precedenteGOLDEN TRAIL NATIONAL SERIES con SALOMON!
Articolo successivoNew Balance Zante Pursuit celebra le donne!
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui